Perché non c'è più la musica su Instagram? Il riassunto della questione SIAE

Perché non c'è più la musica su Instagram? Il riassunto della questione SIAE
di

Ad oltre una settimana dal mancato accordo Meta-Siae, il silenzio che circonda i social network americani continua ad essere assordante. Ma cosa è successo nello specifico? Cerchiamo di riassumerlo.

Tutto è iniziato il 16 Marzo 2023, quando Meta ha annunciato di non aver trovato un accordo con la Società Italiana Autori ed Editori per la condivisione della musica nei Reel, Storie e nei post di Instagram e Facebook.

Le prime ore sono state burrascose a dir poco e Meta ha rimosso la musica anche di altre società come Soundreef, che è il principale competitor di SIAE in Italia, prima di ripristinarla.

Dal suo canto SIAE ha spiegato il mancato accordo con Meta evidenziando come si sia trattata di una "decisione unilaterale di Meta" presa dal gigante americano, che avrebbe messo sul piatto una proposta "prescindendo da qualsiasi valutazione trasparente e condivisa dell’effettivo valore del repertorio". Negli scorsi giorni, in una lettera SIAE è tornata sulla rottura con Meta spiegando che la rimozione non è legata a ragioni economiche o pretese eccessive, ma ad un "rifiuto di Meta di condividere con SIAE le informazioni necessarie alla definizione di una somma congrua per remunerare gli autori e gli editori”.

Le porte però non sono completamente chiuse e SIAE si è detta disponibile a riaprire le contrattazioni, ma nel frattempo è aumentata anche la pressione di FIMI su Meta, dal momento che proprio la condivisione delle canzoni sui social rappresenta una fonte d'introito importante per gli artisti ed i dati riferiscono che il 5% degli ascolti avvengono proprio sulle piattaforme di social media.