Perché non si possono fare foto nella Cappella Sistina?

Perché non si possono fare foto nella Cappella Sistina?
di

La Cappella Sistina nella Città del Vaticano è sicuramente un luogo molto popolare e trafficato, visitato ogni anno da ben 4 milioni di persone. Se siete stati tra questi fortunati visitatori, allora saprete che all'interno della Cappella Sistina teoricamente non sono consentite fotografie o video. Per quale motivo?

Il divieto è ormai in vigore da diversi decenni e, tra le tante motivazioni, uno dei motivi principali risale al restauro della Cappella iniziato nel 1980 e che ha impiegato quasi 20 anni per essere completato. Nel frattempo, ecco a voi gli easter egg che potresti non aver notato nei dipinti più famosi.

I funzionari del Vaticano, infatti, si affidarono per il restauro Nippon Television Network Corporation of Japan (con un'offerta finale di 4,2 milioni di dollari) che non aveva eguali per quanto riguarda il prezzo, sia in Italia che negli Stati Uniti. Tuttavia, questo accordo venne firmato con una clausola: Nippon TV aveva i diritti esclusivi per la fotografia e video dell'opera d'arte restaurata per tre anni dopo il completamento dell'operazione.

Come risultato dell'accordo, l'azienda ha successivamente prodotto numerosi documentari, libri d'arte e altri progetti con foto e filmati esclusivi del restauro della Cappella Sistina. Oggi, il divieto di fare fotografie è ancora in atto, ma non per volere della Nippon TV, bensì della Città del Vaticano: i flash delle macchine fotografiche rovino l'opera d'arte di Michelangelo e per questo si cerca di limitare il possibile danno (a proposito, ecco perché il David è un'icona del Rinascimento).

Quanto è interessante?
2