Perché i pappagalli parlano? Viaggio tra questi intelligentissimi uccelli

Perché i pappagalli parlano? Viaggio tra questi intelligentissimi uccelli
di

Perché i pappagalli parlano? Questi simpatici e colorati uccelli sono estremamente intelligenti e capaci di riprodurre alla perfezione parole e piccole frasi dopo che le sentono dai loro “amici” umani.

Gli uccelli sono particolarmente bravi a riprodurre i suoni e sono, se non proprio gli unici, tra i pochissimi che riescono ad emettere, in maniera accurata, il suono di parole e piccole frasi umane. Tra i volatili che hanno questa spiccata abilità ne ricordiamo due in particolare: i corvi e i pappagalli. Ma come riescono questi animali a riprodurre il modo del parlare umano quando persino i nostri parenti più stretti, i primati, non ci riescono? Per prima cosa, bisogna dire che i pappagalli sono dei grandi imitatori: ascoltano i suoni ambientali e li riproducono fedelmente. Nei pennuti canori è stato scoperto, dagli scienziati della Duke University, che il cervello ha una particolare struttura deputata all’apprendimento del canto, mentre solo nei pappagalli, accanto a questa, esternamente, ne è presente un’altra che probabilmente consente all’animale di imitare i suoni ambientali che percepisce.

Tuttavia, ora la domanda sorge spontanea: perché i pappagalli imitano le parole e le frasi che diciamo? Come ci dicono i ricercatori dell’Università di Harvard, i pappagalli sono animali che, in natura, si aiutano e si coordinano a vicenda, per cui imparare i segnali di pericoli e saperli riprodurre è una fattore per la sopravvivenza molto importante. Un pappagallo, ci dicono gli scienziati, in natura non può pensare a procurarsi il cibo e stare attento ai predatori contemporaneamente. Ha bisogno di vivere all’interno di uno stormo dove gli individui si avvertono tra di loro dei pericoli attraverso dei vocalizzi. In natura, quindi, i pappagalli ascoltano e imparano i suoni (che sono spesso dei veri e propri dialetti regionali) di altri pappagalli per memorizzare tutti quei segnali che li aiutano a sopravvivere.

Quando un pappagallo, quindi, si viene a trovare in un contesto domestico, per istinto, è portato a memorizzare alcune delle frasi che sente più spesso perché si sente parte di un gruppo. In ambiente domestico, quindi, il pennuto ascolta i suoni e le frasi emessi dai suoi padroni umani che sono il suo stormo. Gli scienziati aggiungono che essi non conoscono, ovviamente, il vero significato delle parole a meno che non vengono addestrati, e ad ogni frase o parola loro associano un oggetto o un determinato comportamento, mettendo in luce come questi animali siano anche estremamente intelligenti.

FONTE: Aubudon
Quanto è interessante?
4