Ecco perché il rover Perseverance non è riuscito a raccogliere il primo campione

Ecco perché il rover Perseverance non è riuscito a raccogliere il primo campione
di

Il rover Perseverance è atterrato su Marte da un paio di mesi e solo recentemente ha iniziato le sue operazioni sul Pianeta Rosso. Il primo compito, però, non è andato come sperato. Mentre il veicolo spaziale ha effettuato il suo primo tentativo di prelevare un campione di terra marziana il 6 agosto, c'è stato un fallimento.

Il tubo in cui doveva andare il campione prelevato, infatti, era vuoto. Sicuramente una "piccola" sconfitta per il team della NASA, ma che sta imparando tanto sulla composizione del terreno di Marte. Dopo due giorni di indagini sull'accaduto, il team ha dichiarato che questa particolare roccia marziana era troppo polverosa per essere raccolta con successo.

"Sembra che la roccia non fosse abbastanza robusta da produrre un nucleo", ha dichiarato Louise Jandura, ingegnere capo del Jet Propulsion Laboratory della NASA. "Alcuni materiali sono visibili sul fondo del foro. Quello desiderato è probabilmente nel fondo, nel mucchio o una combinazione di entrambi. Non siamo in grado di distinguere ulteriormente date le incertezze di misurazione".

Nonostante questo primo ostacolo, i membri del team rimangono positivi. Secondo quanto affermato da Jandura, infatti, è proprio questa la bellezza dell'esplorazione, poiché "un risultato specifico non è mai garantito". A causa delle difficoltà di questo tentativo di campionamento, la squadra farà viaggiare Perseverance in una nuova posizione prima di tentare di afferrare un altro pezzo di roccia marziana.

Speriamo che il secondo tentativo vada a segno, nel frattempo incrociamo le dita.

FONTE: space
Quanto è interessante?
2
Ecco perché il rover Perseverance non è riuscito a raccogliere il primo campione