Perché il segnale periodico dallo spazio profondo non è colpa degli alieni

Perché il segnale periodico dallo spazio profondo non è colpa degli alieni
di

Ci sono molte cose nell'Universo che fatichiamo a comprendere. Recentemente è emerso un nuovo mistero, per la prima volta è stato osservato un Fast Radio Burst con un pattern preciso: un ciclo di 16 giorni, con 4 giorni di emissione intermittente e 12 giorni di silenzio. Per spiegare questo fenomeno sono stati coinvolti gli alieni, ma non servono.

Non conosciamo ancora cosa può generare questi segnali estremamente potenti, un raggio di onde radio che arriva da un milione di anni luce di distanza. La maggior parte dei Fast Radio Burst non è periodico, sono imprevedibili e conosciamo l'origine di pochissimi segnali, circa 5 su 100.

La spiegazione più promettente coinvolge le magnetar, delle stelle di neutroni con potenti campi magnetici. Ci sono ancora dei dubbi su quale meccanismo può permettere l'emissione di una quantità di energia paragonabile alle supernove.

L'assenza di una spiegazione solida non significa che dobbiamo subito pensare agli alieni, come hanno fatto in molti. Quando un fenomeno inusuale appare nel cosmo, spesso si arriva a questa conclusione e, fin ora, sempre troppo velocemente.

"Invocare gli alieni è diventata una spiegazione troppo abitudinaria, troppo facile e troppo sensazionalistica per ottenere l'attenzione pubblica," spiega lo scienziato planetario Charley Lineweaver.

Nel 2017, alcuni scienziati hanno proposto che i fast radio burst possono essere la radiazione dei sistemi di propulsione alieni. Altri hanno pensato che possa essere un modo per comunicare.

"Penso che queste spiegazioni non possano essere escluse a priori, ma non sono necessarie, nel senso che ci sono molte spiegazione valide che non richiedano intelligenze extraterrestri," affera Paul Ginsparg della Cornell University.

Un grande problema con la spiegazione che coinvolge gli alieni è la grande varietà di distanze e di luoghi d'origine del segnale; si passa da miliardi di anni luce (come questo a 3.6 miliardi di anni luce) ad alcune migliaia. Questo problema invalida entrambe le proposte.

Sulla Terra, siamo in grado di produrre onde radio da solo 125 anni e quindi possono viaggiare solo per 125 anni luce e comunque sarebbero troppo deboli per essere rilevati. Certamente delle civilizzazioni aliene potrebbero essere molto più avanzate di noi, potrebbero essere molto numerose e quindi giustificare le caratteristiche che osserviamo. Ma dovrebbero averlo fatto con una coordinazione estrema per spiegare così tanti rilevamenti in pochi anni.

Tutto quello che riguarda gli alieni è sempre controverso; anche se alcuni studi hanno ipotizzato una loro visita sulla Terra, sembra purtroppo che siamo ancora soli nell'Universo.

Quanto è interessante?
6