Perché gli squali sono importanti per gli ecosistemi marini? La risposta è strabiliante

Perché gli squali sono importanti per gli ecosistemi marini? La risposta è strabiliante
di

Gli squali sono tra le creature più incredibili dell’intero pianeta. Sono l'indice della salute degli oceani e, grazie alla loro attività predatoria, mantengono l’equilibrio tra le specie negli ecosistemi marini. Ma perché sono così importanti? Cosa potrebbe provocare la loro scomparsa dagli oceani?

La comunità scientifica è sempre stata concorde nell’affermare che una diminuzione drastica di questi animali potrebbe produrre effetti devastanti. Gli squali, infatti, essendo all’apice della catena alimentare e predando una variegata schiera di specie diverse, mantengono l’equilibrio delle specie marine e degli stessi ecosistemi.

Nella pratica, l’azione degli squali consta nella predazione e nel controllo delle specie di cui si nutrono. Queste ultime in assenza dei predatori, potrebbero crescere di numero e segnare la decimazione di altre creature marine. Ma non finisce qui. Grazie ad una serie di studi è stato riscontrato che l’azione degli squali non si limita alla sola attività predatoria, nel controllo della catena trofica animale, ma essi fungono anche da “regolatori ambientali”, addirittura aiutando a rallentare gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici.

Analizzando quella che viene chiamata Shark Bay, uno dei biomi acquatici per eccellenza situato nella regione dell'Australia Occidentale, gli scienziati hanno compreso l’ulteriore importanza di questi magnifici animali.

In questa baia è presente un ecosistema costituito da predatori, prede e una fitta boscaglia di alghe, dette fanerogame, utili nel mitigare le correnti marine, purificare le acque e fornire protezione e nutrimento a molte specie. Queste alghe, inoltre, intrappolano l’anidride carbonica e stabilizzano i sedimenti nel fondale che la immagazzinano, impedendo al gas serra di disperdersi negli oceani e nell’atmosfera.

Secondo una scoperta risalente al 2012, effettuata da Michael. R. Heithaus, Explorer di National Geographic, gli squali tigre risultano fondamentali in questo ecosistema per il controllo dei dugonghi e delle tartarughe. I predatori, infatti, li ricacciano dalle farenogame. Ciò è stato riscontrato nei luoghi dove gli squali sono diminuiti e le tartarughe hanno cominciato a cibarsi eccessivamente di queste alghe, provocando un intenso rilascio di anidride carbonica.

Gli squali sono predatori fondamentali per il benessere dell’ambiente acquatico e dell’intero ecosistema terrestre e senza di essi potrebbero verificarsi una serie di sconvolgimenti non solo legati alla proliferazione di specie invasive o potenzialmente tali ma anche un grave riscontro da un punto di vista ambientale, che si tradurrebbe nell’aggravamento degli effetti dei cambiamenti climatici e nel crollo degli ecosistemi che vanno anche oltre quello marino.

Quanto è interessante?
10