Perché abbiamo storicamente paura dei dentisti? Non è colpa loro

Perché abbiamo storicamente paura dei dentisti? Non è colpa loro
di

Già ti vediamo, sulla poltrona odontoiatrica, cadere vittima dei tranelli del dio Pan, solo ascoltando il tintinnio dei ferri del dentista. Devi sapere, però, che solo “recentemente” è diventata una branca della medicina: in passato si andava dal primo commerciante con una sedia, per farsi maneggiare i denti come se fossero dei bulloni.

Ma ti sei mai chiesto perché, culturalmente, i dentisti sono visti in maniera tanto sinistra?

Prima i dottori, che non erano ancora artisti della miracolosa scienza della chirurgia, ritenevano che eseguire qualsiasi tipo di intervento, soprattutto ai denti, fosse al di sotto delle loro capacità. Bisognava lasciare questo compito a chi era notoriamente abile a maneggiare lame e ferri per gli esseri umani, vale a dire barbieri e fabbri. Ti faresti mai curare una carie dal tuo parrucchiere di fiducia? Viceversa, pensi che il tuo dentista sia capace di modellare la tua barba?

Secondo l’Atlantic, queste figure “tuttofare”, nel Medioevo, solevano andare di città in città, per fare il “lavoro sporco”. Tra i tenebrosi strumenti che portavano con sé, figura la cosiddetta “chiave dentale. Ed era proprio come ve la immaginate: una sorta di tenaglia per molari. Anche se oggi può suonare strano, chi curava l’aspetto aveva anche il dovere di porre rimedio ad altri problemi del corpo. Non è raro leggere di barbieri-chirurghi che praticano salassi, clisteri e amputazione degli arti.

Thomas Bedmore racconta, all’interno di un trattato, che una donna d’Inghilterra del XVIII secolo ha perso parte della sua mascella a causa di un intervento fallito da parte di questi “proto-dentisti”. Per diminuire il dolore durante queste operazioni veniva utilizzata della senape, delle sanguisughe o del “semplicissimo” arsenico. E quando tutto questo mancava, i pazienti si lasciavano trasportare dallo stato di ubriachezza donato dall’alcool.

Probabilmente, nelle porzioni di DNA che ereditiamo dai nostri antenati c’è l’informazione genetica che codifica il messaggio “scappa quando vedi un dentista”.

FONTE: Grunge
Quanto è interessante?
3