Perché i tavoli da biliardo sono verdi? Il motivo risale a secoli fa

Perché i tavoli da biliardo sono verdi? Il motivo risale a secoli fa
di

Gli sport e le discipline di oggi al momento della loro creazione, anni o addirittura secoli fa, erano molto differenti rispetto a quelli attuali. Ad esempio, il biliardo era una disciplina molto diversa da quella di oggi e nel 14° secolo il precursore del gioco era originariamente giocato all'aperto, precisamente sul prato.

La disciplina, giocata da nobili e uomini e donne di palazzo, era simile al croquet, dove una palla veniva spinta da una sorta di bastone intorno e attraverso una serie di archi. Il gioco era molto semplice: c'era una sorta di bersaglio, un oggetto a forma di cono, che i giocatori cercavano di rovesciare turno dopo turno (mentre ecco la cosa più difficile da fare in uno sport).

Poiché si trattava di uno "sport" reale, alla fine venne deciso di essere spostato al chiuso, così i regnanti potevano giocarci anche in caso di intemperie, come temporali e mal tempo, e anche in caso di... possibili ostilità da parte del popolo. Ovviamente all'interno dei palazzi e dei castelli, nonostante lo spazio, non si poteva avere la stessa comodità di un giardino, per questo il gioco venne ridimensionato.

Non ci sono molti documenti scritti sulla questione, ma si ritiene che i primi creatori del biliardo siano stati i francesi. Un tavolo da biliardo è stato perfino elencato in un inventario del 1470 dei possedimenti reali del re Luigi XI e, molto probabilmente, il manto verde del tavolo venne creato allora per ricordare i verdi giardini in cui veniva giocato il croquet. A proposito, questo è un tavolo da biliardo di Bugatti che costa 25.000 dollari.

Quanto è interessante?
1