Perché il telefono mi dice sempre memoria piena? Ecco alcune soluzioni

Perché il telefono mi dice sempre memoria piena? Ecco alcune soluzioni
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo aver scoperto come attivare la Virtual RAM su Android, torniamo a scandagliare i fondali degli smartphone con il sistema operativo Google per provare a dare qualche soluzione ai problemi di memoria piena o quasi.

Consigliamo due approcci in particolare: prevenire e curare.

Forse molti utenti ignorano quanto possano pesare sulla memoria gli scatti effettuati con lo smartphone. Con fotocamere sempre più performanti e una risoluzione progressivamente più elevata, anche il peso delle foto inizia a farsi sostanziale. Per evitare che questo si trasformi in un problema, potreste valutare alcune interessanti soluzioni cloud come Google Foto e Amazon Photos, che consentono di caricare automaticamente gli scatti sul proprio spazio personale. Questo vi consentirà non solo di evitare che questi occupino spazio sullo smartphone, ma anche di poterli recuperare facilmente anche da altri dispositivi. Pensiamo, per esempio, a chi cambia spesso smartphone, oppure si sposta spesso per lavoro tra telefono e computer e ha necessità di avere le proprie foto sempre a portata di mano, oppure ancora a eventuali imprevisti e rotture che impedirebbero il loro recupero dalla memoria fisica.

Inoltre, su Google Foto è presente un'utilissima feature che consente di "Liberare spazio" cancellando dalla memoria del telefono tutte le foto che sono già state sincronizzate sulla nuvola.

Quanto al secondo approccio, i principali imputati sono i social network e le app di messaggistica. Una delle più ingombranti, da questo punto di vista, è Telegram, ma si da il caso che l'app blu sia anche tra le più versatili nel venirci incontro. Infatti, all'interno dell'app di messaggistica esiste una sezione dedicata alla gestione dei file temporanei, in cui possiamo sia liberare lo spazio che scegliere quanto tempo i file scaricati possano intasare la nostra memoria, con un minimo di tre giorni, dopo i quali tutto il materiale precaricato nelle chat verrà eliminato dal dispositivo (ma resterà disponibile e raggiungibile nei server di Telegram, per poterlo recuperare in qualunque momento).

Se vi interessa scoprire qualche funzionalità extra del vostro notebook, invece, vi suggeriamo di dare un'occhiata alla nostra guida dedicata alla memoria virtuale su Windows 11.

Quanto è interessante?
1