di

Un nuovo studio condotto da tre studenti del MIT ha rilevato che le notizie false (fake news) si diffondono più rapidamente rispetto alle notizie reali, utilizzando il popolare social network Twitter per "indagare" sul tutto. Interessante notare anche come il margine sia considerevole.

"Abbiamo scoperto che la menzogna arriva significativamente più lontana, più velocemente, più profondamente e più ampiamente della verità, in tutte le categorie di informazione", ha dichiarato Sinan Aral, professore del MIT Sloan School of Management e coautore del documento che presenta i risultati dello studio.

"Questi risultati gettano nuova luce su aspetti fondamentali del nostro ecosistema di comunicazione online", afferma Deb Roy, professore del Media Lab del MIT. Roy ha aggiunto che i ricercatori erano "sorpresi e sbalorditi" dai diversi "percorsi" presi da notizie vere e false su Twitter. Inoltre, gli studenti hanno scoperto che l'efficacia della diffusione di informazioni false non è essenzialmente legata a bot programmati per diffonderle. La causa è invece da ricercarsi nella continua condivisione da parte delle persone di queste fake news, che utilizzano la comoda funzione "retweet". Il problema principale, dunque, è ancora la capacità di verificare le fonti delle persone.

"Quando abbiamo rimosso tutte le fonti che utilizzano bot dal nostro set di dati, le differenze tra la diffusione di notizie false e vere sono venute a galla", ha affermato Soroush Vosoughi, coautore dell'articolo. Ma veniamo ai risultati: le notizie false hanno il 70% in più di probabilità di essere ritwittate rispetto a quelle vere. Oltre a questo, il tempo che una notizia vera impiega per arrivare a 1500 persone è all'incirca sei volte maggiore di quello di una fake news. Insomma, numeri veramente incredibili che non fanno altro che delineare uno stato dell'informazione globale non proprio in piena salute.

FONTE: MIT
Quanto è interessante?
6
Perché una fake news fa il giro del mondo prima di una notizia vera?