Perché il veleno di questi ragni maschi è più letale di quello delle femmine?

Perché il veleno di questi ragni maschi è più letale di quello delle femmine?
di

I maschi di una specie di ragno che vive in Australia hanno un potente e mortale veleno per gli esseri umani e gli scienziati si stanno chiedendo come mai il veleno delle femmine sia, invece, meno potente.

Il ragno della ragnatela ad imbuto di Sydney è un aracnide estremamente aggressivo e velenoso che vive in Australia e, come dice il nome stesso, proprio nei pressi di Sydney. Il nome scientifico di questo ragno è Atrax robustus e deve la sua cattiva fama al veleno che secerne, un veleno mortale per gli esseri umani la cui aggressività ha fatto sì che questo ragno sia ritenuto estremamente pericoloso per chi condivide il suo habitat. Tuttavia, esso ha una peculiarità: solo gli individui maschi secernano il mortale veleno, una neurotossina chiama Delta Esotossina, mentre le femmine possiedono un veleno molto più blando.

Gli scienziati si sono quindi chiesti il perché di questa differenza tra i due sessi. Lo studio è stato pubblicato su Proceedigns of the National Academy of Sciences da parte di scienziati dell’Università del Queensland. Per prima cosa, gli esperti hanno notato che la tossina risulta mortale per l’uomo e per i primati due specie che, ovviamente, non fanno parte dei gusti alimentari del ragno che si nutre prevalentemente di piccoli insetti che cattura nella sua ragnatela. Ecco quindi che andando ad analizzare il veleno di altre specie imparentate con questo ragno gli scienziati hanno osservato che la tossina è nata per la predazione e la cattura di scarafaggi e mosche per poi evolversi e risultare fatale per i vertebrati.

Il passo successivo è stato quello di osservare il comportamento dei maschi e qui è la chiave di volta responsabile dell’evoluzione del veleno mortale da parte loro. Una volta raggiunta l’età riproduttiva, infatti, il maschio lascia la sua tana per andare in cerca di una femmina con cui riprodursi. Si sposta per distanze anche molto lunghe e può divenire il pasto di un piccolo vertebrato marsupiale. Dunque il ragno maschio ha evoluto il suo veleno per fronteggiare questa minaccia e non risultare quindi una facile preda: da veleno per la predazione degli insetti, ad uno per difendersi dai vertebrati e, quindi, mortale anche per gli esseri umani.

Credit immagine: David Wilson

Quanto è interessante?
3