Le nuove Volvo avranno camere puntate sul volto del guidatore

Le nuove Volvo avranno camere puntate sul volto del guidatore
di

A partire da quest'anno, alcune delle macchine parte dell'offerta di Volvo permetteranno di montare come optional delle telecamere. Non si tratta, tuttavia, delle classiche dash-cam, perché gli obiettivi sono rivolti verso il guidatore. Volvo ha spiegato a cosa servono.

"Possono determinare il livello di glucosio del guidatore monitorando le sue pupille", ha spiegato alla rivista inglese Car Atif Rafiq, Chief Digital Officer. "Così se viene rilevato un problema di salute, il veicolo potrebbe decidere di chiamare un contatto indicato dal proprietario, o un ospedale".

In futuro soluzioni come queste dovrebbero poter fungere da ulteriore strumento di prevenzione, andando a capire se chi guida ha un colpo di sonno, o non è in condizioni di lucidità, e andando, quindi, ad attivare momentaneamente la guida autonoma o altre misure di guida assistita per evitare incidenti.

Eppure, non mancano chiaramente perplessità, tra chi immagina problemi di violazione della privacy, o un trappolone: magari perché i dati raccolti potrebbero essere usati dalle assicurazioni a svantaggio del proprietario dell'auto.

Le telecamere di Volvo dovrebbero poi funzionare anche una tecnologia di riconoscimento facciale, in modo da poter aggiustare la posizione degli specchietti e dei sedili a seconda di chi sta guidando.

Al momento non si sa se le telecamere conserveranno uno storico delle informazioni raccolte, né tanto meno se registreranno attivamente il conducente, raccogliendo automaticamente vere e proprie immagini video —ma francamente ci sembra improbabile.

Voi vi fidereste a montarle sulla vostra auto?

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it