Ecco perché il vulcano di White Island in Nuova Zelanda è scoppiato senza alcun preavviso

Ecco perché il vulcano di White Island in Nuova Zelanda è scoppiato senza alcun preavviso
di

Nella piccola isola White Island, in Nuova Zelanda, ha recentemente eruttato il vulcano Whakaari, facendo perdere la vita ad almeno 5 persone. I geologi hanno descritto l'evento come "impulsivo" e di "breve durata", con un pennacchio di cenere che è salito a oltre tre chilometri sopra la bocca.

Quello che si trova a White Island è uno dei numerosi vulcani del paese che può produrre improvvise eruzioni esplosive in qualsiasi momento. In questo caso, il magma è poco profondo e il calore e i gas influenzano le acque superficiali e sotterranee per formare potenti sistemi idrotermali (un luogo dove potrebbe prosperare la vita).

L'acqua viene intrappolata nei pori delle rocce in uno stato "super-riscaldato" e qualsiasi processo esterno, come un terremoto o persino un cambiamento nel livello dell'acqua del lago, può sconvolgere questo delicato equilibrio e rilasciare la pressione intrappolata.

L'eruzione provocata, chiamata esplosione idrotermale, può avvenire all'improvviso e con poco o nessun preavviso. L'espansione dell'acqua nel vapore ha una velocità supersonica e il liquido può espandersi fino a 1.700 volte il suo volume originale. Producendo impatti catastrofici.

L'energia di espansione è sufficiente per frantumare la roccia, scavare crateri ed espellere frammenti di materiale e cenere a centinaia di metri di distanza dall'esplosione. Nonostante le eruzioni siano di breve durata, ci sono alte probabilità che ne vengano create altre, generalmente più piccole, mentre il sistema si riequilibra.

Non è la prima volta che si verifica un caso del genere. In Nuova Zelanda, infatti, ci sono state più di 60 esplosioni idrotermali negli ultimi 100 anni. Monitorare e prevedere questi eventi è una grande sfida: i periodi di avviso, una volta avviato un evento, sono nell'ordine dei minuti.

L'unica speranza di anticipare questi eventi è quella di monitorare la potenziale pressione del vapore e del liquido presente nei sistemi idrotermali. Sfortunatamente, ogni sistema è diverso, e serviranno molti altri studi e tecnologie per monitorare al meglio questi eventi.

Quanto è interessante?
2