PG1610+062: una stella in fuga dalla nostra galassia per colpa di un buco nero

PG1610+062: una stella in fuga dalla nostra galassia per colpa di un buco nero
di

PG1610+062 è il nome di una stella in fuga dalla nostra galassia. Misurando la sua velocità, si può ipotizzare che questo astro, prima o poi, lascerà la Via Lattea per perdersi, probabilmente, nello spazio profondo.

PG1610+062, secondo gli ultimi dati, è una stella giovane, con una massa dieci volte superiore a quella del nostro Sole.

Ma come è possibile che un astro venga spinto via dalla nostra galassia?

Secondo le prime simulazioni, la causa di tale deriva nello spazio potrebbe essere stata “orchestrata” da un buco nero con una massa di ben 4 milioni di volte quella del nostro sole, chiamato SMBH (Super Massive Black Hole).

Il buco nero, interferendo con un sistema di stelle binario di cui, probabilmente, faceva parte la nostra stella “fuggitiva”, ha ingoiato uno dei due soli e ha trasferito su PG1610+062 una grande quantità di energia sotto forma di moto.

Questa enorme velocità le ha permesso di scappare, di fuggire dalle maglie gravitazionali della Via Lattea.

Ulteriori studi, in particolare quelli relativi alla velocità di fuga del corpo celeste, hanno dimostrato che l’origine della stella PG1610+062 la si può ritrovare in una delle braccia della Via Lattea e non al centro, come si credeva in passato.

Da questo piccolo indizio si è capito che non poteva essere stato un SMBH la causa dell’espulsione della stella.

Studiando la velocità di fuga di quest’ultima, furono abbandonati tutti gli altri possibili scenari e si è iniziato a sospettare che la causa dell’allontanamento di PG fosse da ricercare in un altro tipo di buco nero, un MMBH (Mid-Mass Balck Hole).

Un oggetto del genere si crede sia presente all’interno delle braccia della Via Lattea anche se, per il momento, non è stato ancora trovato.

Probabilmente questo buco nero, se le supposizioni sono esatte, se cioè veramente esso è la causa dell’allontanamento di PG1610+062, lo si potrà trovare risalendo alla posizione esatta della stella PG al momento della sua fuga.

FONTE: PhysOrg
Quanto è interessante?
5