Phil Schiller e Craig Federighi parlano parlano della possibilità di eliminare le app preinstallate

di

Subito dopo il keynote di apertura tenuto alla WWDC di San Francisco, i dirigenti di Apple Phil Schiller e Craig Federighi hanno discusso con John Gruber del “The Talk Show” dei recenti annunci della società. Schiller e Federighi si sono concentrati anche sulla possibilità, introdotta in iOS 10, di eliminare le applicazioni preinstallate.

La maggior parte degli annunci di ieri erano focalizzati sull'integrazione tra le varie app, in particolare Siri che finalmente si apre agli sviluppatori di terze parti. Schiller e Federighi hanno spiegato che Apple ama prima di tutto creare una base su cui gli sviluppatori possono lavorare, dopo di che la apre ai servizi di terze parti. I due, sempre a proposito di Siri, hanno rivelato che l'assistente sarà in grado comprendere più richieste: ad esempio sarà possibile chiedergli di effettuare un acquisto, o inviare un messaggio.
In ultima analisi, Federighi ha anche affermato che Apple vuole consentire agli sviluppatori di fare tutto il possibile per migliorare l'esperienza dell'utente finale.
Dopo la WWDC, inoltre, è emersa la notizia secondo cui iOS 10 permetterà agli utenti di eliminare le applicazioni preinstallate. Schiller e Federighi hanno precisato che queste non saranno aggiornate attraverso l'App Store, come accade in Android, ma solo tramite degli aggiornamenti di sistema. Inoltre, quando si elimina un'app preinstallata, non la si cancella, ma si rimuovono solo i dati utente legati a quella determinata app.
Infine, i dirigenti hanno anche spiegato la motivazione che ha spinto Apple a concentrarsi così pesantemente su iMessage per iOS. In sostanza, Apple sa che gli utenti iPhone trascorrono grossa parte del loro tempo a scrivere messaggi, ed ha scelto di fare la differenza anche in questo campo.

FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
0