Phishing ed eventi spam in Google Calendar: in arrivo un fix

Phishing ed eventi spam in Google Calendar: in arrivo un fix
di

Google ha affermato di essere al lavoro per risolvere un bug che consente a terze parti di inondare i calendari personali degli utenti con inviti di spam e phishing che non possono essere cancellati. L'annuncio è stato dato da un dipendente del motore di ricerca sul forum ufficiale di supporto, in risposta al crescente numero di segnalazioni.

"Siamo a conoscenza dello spam che sta intasando Calendar e stiamo lavorando diligentemente per risolvere il problema. Pubblicheremo aggiornamenti in questa discussione non appena saranno disponibili aggiornamenti" si legge nell'annuncio, che linka un documento di supporto che spiega come segnalare gli inviti ed eventi inappropriati.

Google consiglia agli utenti di non rispondere mai agli inviti, in quanto potrebbe portare all'aggiunta dell'evento nel calendario, con conseguente spam ed altri problemi.

La questione era saltata all'occhio da qualche giorno, quando anche le principali testate americane avevano segnalato i problemi. Secondo quanto riferito, gli inviti sarebbero usati come cavalli di troia per attirare gli utenti in siti web di phishing che hanno lo scopo di rubare le credenziali dei propri account o, peggio, per ottenere gli estremi bancari.

Alcune guide emerse in rete consigliano anche di impedire temporaneamente a Calendar di aggiungere gli eventi sulla base della posta di Gmail, tramite il pannello "Eventi da Gmail".

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4