Phocus, il display piatto cinese

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ottimo rapporto qualità/prezzo: è il punto di forza dichiarato della nuova gamma di televisori piatti grande schermo targata Phocus Electronics, azienda cinese che ha posto in Olanda le basi per entrare con il botto anche sul mercato europeo, Italia compresa, dove è distribuita attraverso i canali commerciali della fiorentina Dayton Technology.

Nel catalogo di questo produttore che crediamo onestamente sconosciuto ai più si trovano apparecchi a cristalli liquidi da 15 a 30 pollici in formato 4:3 e 16:9, modelli plasma widescreen da 42 e 50 pollici e anche i tradizionali Crt da 14 a 32 pollici (alcuni in versione "combo" con lettore Dvd incorporato) in formato 4:3 e 16:9. La credenziale migliore che Phocus promette ai consumatori, prezzo a parte, è paradossalmente il design, concepito per applicazioni a muro del televisore anche grazie a uno spessore che nel caso degli Lcd è di soli 8 cm per il modello da 20 pollici e nel plasma arriva a garantire una profondità di soli 10 cm per il 42 pollici.

Il prodotto di punta della collana Phocus è un pannello al plasma da 42 pollici che si presenta assai agguerrito tecnicamente al cospetto dei mostri sacri del settore: contrasto di 3000:1, presa Dvi, doppio altoparlante da 7W e prezzi di listino al pubblico a partire da 1.708 euro. Il modello entry level (497 euro a listino), invece, è un Lcd da 20 pollici in formato 4:3 con risoluzione di 640 x 480 pixel a 16,7 milioni di colori e sistema Digital Comb Filter per la definizione ottimale dell'immagine sia per visualizzare programmi Tv sia per essere utilizzato come monitor per Pc.

Fonte: Mytech.it

Quanto è interessante?
0