Pioggia di ban su Truth, il social network di Donald Trump a favore del "free speech"

Pioggia di ban su Truth, il social network di Donald Trump a favore del 'free speech'
di

Trump ha lanciato il proprio social network per iOS, Truth, solo un giorno fa. Come alcuni avevano previsto, però, la piattaforma soffre ancora di diversi problemi, sia in termini software che di gestione ed organizzazione, nonostante il suo lancio sia stato limitato ai dispositivi Apple, mentre su Android arriverà solo in futuro.

Stando a quanto riporta Engadget, il lancio di Truth è stato funestato da glitch soprattutto durante le prime fasi di rollout, man mano che l'applicazione ha iniziato ad accogliere nuovi utenti. Il portale, che si è definito un'alternativa a Twitter che garantisce il diritto al "free speech", è stato pensato da Trump dopo che i suoi account social sono stati disattivati a causa delle violenze di Washington del 6 gennaio 2021.

A quanto pare, però, Truth ha già bannato diversi utenti, forse per errore o a causa di un bug, mentre molti altri hanno dichiarato problemi nell'accesso alla piattaforma, nella registrazione e nel login al proprio account. Al momento, la waitlist per l'ingresso di nuovi account su Truth si attesta intorno alle 500.000 persone.

Alcuni utenti, inoltre, hanno lamentato di essere stati bloccati dalla piattaforma, che ha impedito loro di registrarsi sul sito web, a causa di username critici contro Trump o satirici, come ha riportato il giornalista di Mashable Matt Ortega, il cui nome utente su Truth era @DevineNunesCow, prendendosi gioco dell'ex-politico repubblicano Devin Nunes, che al momento ricopre il ruolo di CEO di Truth Social.

Altri utenti hanno spiegato che, a dispetto dell'estrema tutela della libertà di parola promessa da Truth, la moderazione è molto più stringente rispetto a Twitter, poiché gli utenti possono essere sospesi o rimossi dall'applicazione per aver semplicemente postato contenuti che i moderatori considerano falsi, diffamatori o ingannevoli.

Resta da capire come Truth continuerà a moderare i contenuti in futuro, soprattutto dopo che tutti gli utenti che desiderano iscriversi al social network saranno ammessi al suo interno: per gestire una mole di lavoro del genere, infatti, la piattaforma dovrebbe avere un team di moderatori enorme.

Al momento, comunque, l'app di Truth ha un rating di 4.1 stelle su 5 su App Store, anche se molte delle recensioni a cinque stelle ammettono di non aver mai effettuato l'accesso alla piattaforma. Intanto, su Android il social network di Trump non è ancora disponibile, ma sono nate diverse app-truffa che si spacciano per Truth.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2