Pipistrelli con il corpo grande e le ali piccole: cosa è andato storto?

Pipistrelli con il corpo grande e le ali piccole: cosa è andato storto?
di

Dopo la scoperta in Italia di una qualità dei pipistrelli, uno studio pubblicato su PNAS ha dimostrato perché i pipistrelli, mammiferi che di regola dovrebbero avere un corpo più grande per mantenersi caldi in ambienti molto freddi, invece non lo hanno.

Secondo Bergmann, i mammiferi che solitamente vivono in ambienti a clima freddo presentano corpi più grandi e arti più corti. Ciò avviene affinché si riduca la dispersione del calore. Si tratta di un'affermazione, a quanto pare non valevole per i pipistrelli che, anche quando vivono in ambienti molto freddi, hanno corpi piccoli e grandi ali.

Il team di ricercatori ha cercato di capire quanta fosse l'energia necessaria agli animali selvatici per termoregolarsi. Tale stima è stata fatta mediante i principi di termodinamica e aerodinamica. Sono stati proprio questi a consentire di valutare come grandezza del corpo e superfici delle ali possano influire sulla dispersione del calore e anche sul volo.

La ricerca è stata condotta su 300 specie diverse di pipistrelli e dai risultati è emerso che una superficie alare maggiore rispetto alla massa corporea permette una maggiore dispersione del calore con una diminuzione del costo energetico del volo.

I pipistrelli raggiungono altezze di volo incredibili, oltre a velocità impensabili, proprio grazie alla presenza del mix perfetto tra i due estremi che riesce perfettamente a bilanciare la termoregolazione corporea e i costi energetici del volo anche in ambienti freddi e difficili.

FONTE: pnas
Quanto è interessante?
4