di

Nel corso del webinair organizzato da FAPAV, il presidente di Agcom, Giacomo Lasorella, ha lanciato l’allarme pirateria e streaming illegale. Nello specifico, l’Authority ha ancora una volta rinnovato il proprio impegno nella lotta alla pirateria, ma ha anche evidenziato come il fenomeno sia cresciuto durante il lockdown.

Pur riconoscendo gli ottimi risultati ottenuti, Lasella ha osservato, come il suo predecessore, che internet non può essere un luogo franco in cui non vige alcuna legge.

Tornando ai dati, è emerso che durante il lockdown di marzo ed aprile il numero di streaming illegali di contenuti è aumentato sensibilmente. “L’Autorità ha assistito ad un notevole aumento di istanze, ed è importante continuare con la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema della legalità” ha continuato Lasella.

Si è però anche parlato della rete unica in fibra ottica su cui sta lavorando il Governo e che è al centro di uno scontro tra i vari operatori. Pur non addentrandosi nel tema, il presidente di AGCOM ha affermato che “l’autorità svolgerà in pieno la sua parte, per garantire l’accesso in rete agli operatori in condizioni paritarie e un accesso di qualità per i cittadini. Garantire lo sviluppo significa individuare strumenti per presidiare la nuova agorà digitale senza comprimere le libertà”.

Quanto è interessante?
3