Poste italiane vuole puntare su consegne via droni e robot

Poste italiane vuole puntare su consegne via droni e robot
di

Poste italiane guarda all'innovazione, e si dice pronta a scommettere su consegne via droni ma anche tramite veicoli autonomi. Vediamo cosa ha detto l'AD di Poste italiane Matteo Del Fante sul futuro delle consegne in Italia.

"Stiamo lavorando al progetto droni, ma ci sono iniziative anche più interessanti dove la consegna personalizzata viene fatta da veicoli senza conducente che parcheggiano sotto casa del destinatario, lo avvisano con un sms, lui scende, apre con un codice un cassetto del mezzo e ritira il pacco", ha spiegato Del Fante. "Crediamo ci sia un futuro importante per le consegne".

E in alcune città italiane si stanno sperimentando soluzioni per le consegne in 24 ore. "Stiamo operando non solo sulla consegna del pacco il giorno dopo averlo ordinato, ma anche sul giorno stesso o sull'ordino ora per avere la consegna il prima possibile".

"Migliori servizi diamo, e meglio convinciamo le varie piattaforme e i venditori di prodotti online ad usare Poste", ha quindi concluso.

Eh già, perché il rischio è che altri privati corrano troppo avanti, e non vedano nei servizi delle Poste strumenti adeguati per i loro obiettivi. E il pensiero va subito ad Amazon (che punta a consegnarsi i pacchi da solo) e ad alcune trovate come Amazon Key, dove il pacco viene consegnato direttamente nel garage del destinatario, ma anche proprio ai diversi brevetti per le consegne via drone.

Quanto è interessante?
9