Quanto potevano vivere i dinosauri? Davvero poco rispetto ai mammiferi

Quanto potevano vivere i dinosauri? Davvero poco rispetto ai mammiferi
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I dinosauri dominavano incontrastati, ma quanto durava realmente la loro esistenza su questo pianeta? Una recente indagine condotta dal Professor Paul Barrett, capo dei vertebrati fossili al Museo di Storia Naturale di Londra, ci offre uno sguardo affascinante sulla vita di queste creature maestose.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i dinosauri non godevano di una lunga esistenza. La loro vita, paragonabile a quella delle rockstar, era caratterizzata da una crescita rapida e una morte precoce. Questa scoperta è stata possibile grazie allo studio degli anelli di crescita presenti nelle ossa dei dinosauri, simili agli anelli degli alberi, che rivelano la velocità di crescita e l'età dell'animale al momento della morte.

Sia gli erbivori che i carnivori, sembrano aver raggiunto l'età riproduttiva rapidamente, iniziando a riprodursi e poi spesso morendo prima di raggiungere la loro dimensione massima. Questo ciclo di vita accelerato è in netto contrasto con quello dei mammiferi, che tendono a vivere alcuni anni dopo aver raggiunto la maturità. Interessante è il fatto che i dinosauri non mostravano una crescita continua come i coccodrilli, ma piuttosto una crescita che si fermava una volta raggiunta una certa dimensione, anche se raramente arrivavano a questo punto.

La relazione tra la dimensione e la longevità è un principio che si applica a tutti gli animali. Di conseguenza, i dinosauri più grandi probabilmente vivevano più a lungo, mentre quelli più piccoli avevano una vita più breve. Per esempio, i sauropodi potevano impiegare circa 30-35 anni per raggiungere la loro dimensione massima e si presume che potessero vivere ancora per qualche tempo, forse fino a 40 o 50 anni.

Al contrario, i dinosauri più piccoli, come gli ornitopodi, raggiungevano la loro dimensione completa in circa quattro o cinque anni e, a meno che non fossero particolarmente fortunati, probabilmente morivano poco dopo. In realtà, anche i più grandi tra loro raramente superavano i 50 anni di vita, una durata significativamente inferiore rispetto a quella di animali enormi come le balene blu o gli elefanti, che oggi possono vivere oltre i 70 anni.