Potremmo rimanere senza sabbia? Un rapporto della Nazioni Unite è preoccupato

Potremmo rimanere senza sabbia? Un rapporto della Nazioni Unite è preoccupato
di

Potrebbe essere facile pensare che, poiché di sabbia ne esiste tanta sul nostro pianeta, possa essere utilizzata senza alcun tipo di regole o controllo. Sbagliato. Un nuovo rapporto delle Nazioni Unite, infatti, mette in guardia che l'uso sconsiderato di questo materiale da parte degli esseri umani potrebbe presto raggiungere un punto di crisi.

Dopo l'acqua, la sabbia è la risorsa più sfruttata al mondo e svolge un ruolo fondamentale nell'edilizia e nell'ambiente naturale. A differenza del liquido, però, la sabbia non è riconosciuta come risorsa strategica (a proposito, da dove deriva l'acqua della Terra?). Questo punto di vista deve cambiare perché, così come sottolinea il rapporto, altrimenti l'umanità e il mondo naturale potrebbero incontrare delle vere difficoltà.

"Le nostre risorse di sabbia non sono infinite e dobbiamo usarle con saggezza", ha affermato Pascal Peduzzi, Direttore di GRID-Ginevra presso il Programma ambientale delle Nazioni Unite (UNEP) e coordinatore del programma di report. "Per raggiungere uno sviluppo sostenibile, dobbiamo cambiare drasticamente il modo in cui produciamo, costruiamo e consumiamo prodotti, infrastrutture e servizi".

Ogni anno vengono utilizzate 50 miliardi di tonnellate di sabbia e ghiaia, sufficienti per costruire un muro largo 27 metri e alto 27 metri attorno alla Terra (sì, veramente assurdo ndr). Ovviamente questo uso supera di gran lunga il tasso di ricostituzione naturale in alcune regioni, il che significa che la fornitura di sabbia potrebbe presto trovarsi in difficoltà.

Oltre ai problemi di approvvigionamento, l'estrazione della sabbia porta anche all'erosione, alla salinizzazione delle falde acquifere e alla perdita di protezione contro le mareggiate, causando problemi crescenti ad ecosistemi costieri o marini. Per evitare una crisi, il rapporto sostiene che la sabbia deve essere riconosciuta come risorsa strategica.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
1