Il pozzo della disperazione: uno dei più terribili esperimenti animali della storia

Il pozzo della disperazione: uno dei più terribili esperimenti animali della storia
di

In passato sono molti gli scienziati che hanno condotto esperimenti poco etici, come l'esperimento di Vipeholm e il "Monster Study". Nonostante il livello di crudeltà di questi due appena citati sia alto, quello di cui vi parleremo oggi, chiamato "Il pozzo della disperazione", è stato definito uno dei più terribili esperimenti animali della storia.

L'esperimento venne sviluppato dallo psicologo americano Harry Harlow alla fine degli anni '60 con la speranza di produrre un modello animale di depressione, così da comprendere meglio la condizione e trovare possibili cure. Durante la sperimentazione, una scimmia macaco Rhesus veniva collocata in una grande struttura verticale a forma di cono e realizzata in acciaio inossidabile.

All'interno di questo luogo alle scimmie veniva dato cibo e acqua, ma venivano lasciate sole per settimane. L'obiettivo di Harlow, come spiega in un articolo del 1969, era quello di riflettere la sensazione emotiva provata da un essere umano con una grave depressione. Il pozzo della creazione, quindi, venne creato proprio per trasferire la sensazione di "solitudine" e "disperazione" alle scimmie.

Dopo essere state messe all'interno della fossa, le scimmie cadevano in uno stato "immobile" e si rannicchiavano su loro stesse nel giro di pochi giorni. Una volta rimosse dal questo luogo "infernale", le creature non sarebbero mai più tornate al loro normale comportamento sociale. Le scimmie sottoposte alla "fossa della disperazione" per 30 giorni non giocavano, evitavano l'interazione sociale e non mostravano segni di curiosità... e stavano in questo stato anche dopo mesi essere usciti dal pozzo.

Harlow sosteneva le grandi potenzialità dello studio, ma non è chiaro se i suoi esperimenti abbiano mai fornito un vero spunto sulla depressione clinica o sui modi possibili per trattarla. Lo stesso scienziato sostenne durante un'intervista: "non ho alcun amore per loro [riferendosi alle scimmie]. Non mi piacciono proprio gli animali. Disprezzo i gatti, odio i cani".

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
6