Presentato Ironlev, il treno che collegherà Milano a Reggio Calabria in un'ora

di

Mentre negli Stati Uniti Elon Musk e soci stanno lavorando su Hyperloop, il nuovo sistema di trasporto in grado di viaggiare a 1200 chilometri orari, anche in Italia si inizia a muovere qualcosa. Nella giornata di ieri è stato presentato a Treviso Ironlev, una nuova tecnologia a levitazione magnetica che ha l'obiettivo di sostituire i treni.

Il video completo di presentazione, pubblicato da AGI e disponibile a questo indirizzo, ha come protagonisti i due fondatori e titolari del progetto, che mira a collegare Milano a Reggio Calabria in un'ora.

La soluzione è pensata e progettata per poter funzionare regolarmente sui comuni binari in acciaio, il che vuol dire che le società che vorranno adottarla non saranno costrette a ridisegnare da zero le infrastrutture, installare nuove rotaie o disperdere energia elettrica.

I fondatori hanno definito Ironlev il "primo e unico caso al mondo di tecnologia di levitazione magnetica applicata ai normali binari d’acciaio, oltretutto senza utilizzo di energia elettrica un approccio del tutto innovativo per continuare a usare e valorizzare gli oltre 1,5 milioni di km di ferrovie già installati nel mondo, trasformando le ruote dei vagoni in pattini a levitazione magnetica, con enormi risparmi in termini costi di manutenzione delle rotaie, derivanti dall’abbattimento degli attriti. Ma anche di energia”.

Il funzionamento è molto simile a Hyperloop: usando diverse infrastrutture basate su fonti rinnovabili, il treno sarebbe in grado di generare molta più energia di quella consumata, sfruttando energia solare, eolica e cinetica.

La tecnologia made in Italy si basa esclusivamente sui binari d'acciaio, a cui sono agganciati i vagoni su cui viaggiano i treni ordinari, i quali a loro volta utilizzano già il campo magnetico per restare ancorati al terreno. I vagoni di Ironlev potranno scorrere grazie ad un sistema di galleggiamento, che non si basa senza l'energia elettrica, ma soprattutto senza toccarle in alcun modo le rotaie.

I tempi di realizzazione? Avendo a disposizione le risorse necessarie, in un paio di anni potremmo lanciare il primo prototipo. Hyperloop non può usare i binari ferroviari tradizionali. Con il nostro sistema IronLev non avremmo la necessità di realizzare l’intera infrastruttura, perché useremmo solo ferro. Tagliando tempi e costi” afferma Adriano Girotto, presidente di GironBox al Corriere della Sera.

A questo punto non resta che ottenere gli ok definitivi e capire come spostare il carrello magnetico in prossimità degli scambi.

Quanto è interessante?
16