I prezzi delle schede video calano ancora e la disponibilità aumenta, ma non è abbastanza

I prezzi delle schede video calano ancora e la disponibilità aumenta, ma non è abbastanza
di

Il mercato delle schede grafiche non ha ancora raggiunto lo stato ottimale, o meglio “naturale”, offrendo le GPU ai prezzi consigliati dalle aziende produttrici. I primi segnali di stabilizzazione sono già arrivati, ma i consumatori non sono ancora pronti all’acquisto, sebbene la disponibilità sia aumentata e i prezzi siano in calo.

Come abbiamo visto in altre occasioni precedenti, grazie agli analisti di 3DCenter e ai loro studi relativi ai rivenditori in Germania e Austria possiamo osservare la tendenza del mercato principale europeo: stando agli ultimi aggiornamenti diffusi in data 8 agosto 2021, di cui potete osservare il grafico in calce all’articolo, rispetto a un mese fa i prezzi delle GPU NVIDIA GeForce hanno proseguito nel loro andamento positivo avvicinandosi sempre di più al prezzo MSRP (100%) scendendo al 144%. Al contrario, le GPU AMD Radeon vengono vendute al 159% del MSRP, per un aumento del 3%.

L’aumento del supplemento è dovuto dai vincoli dei 7 nanometri per la GPU RDNA 2 in dotazione nella serie Radeon RX 6000, in quanto la produzione non è sufficiente per pareggiare o superare la domanda dei consumatori. Al contrario, 3DCenter afferma che la gamma di schede grafiche NVIDIA GeForce RTX potrebbe raggiungere il prezzo consigliato previsto entro la fine di quest'anno, per la gioia dei fan del team verde.

Complice di questo aumento di unità da parte del colosso di Jensen Huang è il lancio della serie di schede grafiche LHR (Lite Hash Rate) per sostituire la linea originale GeForce RTX 30 Ampere imponendo nuove restrizioni sull'algoritmo di mining, diventando così una scelta tutt’altro che ottimale per scopi legati alle criptovalute. Le GPU LHR Ampere stanno aumentando in numero sul mercato e nei principali punti vendita nel territorio tedesco e austriaco i prezzi sono sempre più in calo.

Per quanto riguarda AMD, alcuni dei principali partner terzi produttori di unità personalizzate temono che l’offerta non migliorerà a breve, in quanto il nodo di produzione a 7 nanometri di TSMC continua a essere usato anche da altre aziende concorrenti e per altri prodotti di AMD stessa, tra cui CPU Zen 3 e chipset personalizzati per console.

Ricordiamo, a proposito della società di Lisa Su, che a fine luglio è stata presentata la nuova scheda grafica Radeon RX 6600 XT.

FONTE: 3DCenter
Quanto è interessante?
2
I prezzi delle schede video calano ancora e la disponibilità aumenta, ma non è abbastanza