I prezzi delle schede video si stabilizzano, ma sono ancora troppo alti

I prezzi delle schede video si stabilizzano, ma sono ancora troppo alti
di

A inizio luglio il mercato delle schede video era in ripresa, con un calo dei prezzi anche del 50% e un aumento della disponibilità di pezzi. Eppure, questo trend positivo sembra essere durato poco: una nuova analisi condotta in Germania, fulcro del mercato europeo, mostra infatti una nuova stabilizzazione che, però, non è abbastanza.

Grazie agli esperti di 3DCenter, che come ormai ben sappiamo analizzano i prezzi e le unità di GPU in Germania e Austria tra rivenditori online e fisici per comprendere i trend del settore, ora sappiamo che sia le schede grafiche NVIDIA GeForce RTX 30 che le AMD Radeon RX 6000 stanno vedendo un rallentamento importante del calo dei prezzi.

Il grafico di 3DCenter visibile anche in calce all’articolo è chiarissimo: dopo un crollo tra metà maggio e fine giugno, ora a metà luglio i prezzi nei negozi si aggirano attorno al 150-160% rispetto alla cifra consigliata dai produttori. Nello specifico, i modelli firmati NVIDIA si stanno stabilizzando sul 150% (calo del 3% rispetto a inizio luglio) e le schede video AMD sono salite dal 153% al 156%.

Allo stato attuale è difficile ampliare questa analisi al resto del mercato del Vecchio Continente, dato che in Italia, per esempio, su Amazon e altri siti di rivenditori nazionali le unità scarseggiano ancora e i prezzi rimangono piuttosto elevati, eccetto per i drop AMD sul sito ufficiale dove è possibile tentare di aggiudicarsi una scheda grafica a un prezzo vicino al MSRP. Con ogni probabilità, se questo calo giungerà anche nel Belpaese lo vedremo soltanto tra qualche mese.

Ma a proposito di schede grafiche NVIDIA, il produttore statunitense si sta preparando al lancio della Serie 30 SUPER per notebook.

FONTE: 3DCenter
Quanto è interessante?
3
I prezzi delle schede video si stabilizzano, ma sono ancora troppo alti