Le prime bombe a mano sarebbero state inventate durante le Crociate: le nuove scoperte

Le prime bombe a mano sarebbero state inventate durante le Crociate: le nuove scoperte
di

Il mondo antico ci offre continuamente quesiti a cui trovare una risposta è estremamente difficile, come nel caso della sfera perfetta gigante in pietra trovata in Costa Rica. Una analisi più recente, però, ha rilanciato una teoria per cui alcuni antichi vasi di ceramica trovati a Gerusalemme sarebbero stati usati come bombe a mano nelle Crociate.

I reperti a cui si riferiscono gli esperti, tra cui l’archeologo Carney Matheson della Griffith University in Australia, e che sono conservati nel Royal Ontario Museum, sono dei frammenti di vasi trovati in un giardino nella città vecchia di Gerusalemme: esaminando i residui al loro interno si è scoperto che un vaso in particolare conteneva materiale esplosivo.

I test chimici parlano per i tre vasi rimanenti di oli, materiale profumato e medicinali, mentre in questo caso specifico si notano zolfo, mercurio e magnesio a livelli molto più alti rispetto a tutto ciò che circondava la zona in cui si trovava.

Già alcune ricerche precedenti parlavano di un possibile utilizzo come contenitore di polvere da sparo, detta anche “polvere nera”, inventata in Cina nel IX secolo e portata poi verso il Medio Oriente e il Mediterraneo orientale. Tuttavia, i risultati più recenti sembrano indicare a un mix chimico estremamente diverso, potenzialmente dato dalla creazione locale di materiale esplosivo. I ricercatori non escludono altri utilizzi come fonte di combustibile o semplice contenitore, ma l’ipotesi della granata è quella che ritengono più interessante e che “vale la pena considerare ulteriormente”. A indicare gli archeologi e chimici verso tale direzione è la stessa forma del vaso, oltre al suo spessore.

Come affermato dallo stesso Matheson, “questa ricerca ha mostrato l'uso diversificato di questi vasi di ceramica unici che includono antichi ordigni esplosivi. Questi contenitori sono stati segnalati durante il periodo delle Crociate come granate lanciate contro le roccaforti e che producevano rumori forti e lampi di luce. […] Maggiori ricerche ci consentiranno di comprendere l'antica tecnologia esplosiva del periodo medievale e la storia delle armi esplosive nel Mediterraneo orientale”.

Rimanendo nel mondo antico, secondo un antropologo gli Hobbit sarebbero esistiti davvero e si nasconderebbero ancora in un’isola indonesiana.

Quanto è interessante?
3