Quali saranno i primi smartphone con fotocamera da 200 MP? La risposta di un leaker

Quali saranno i primi smartphone con fotocamera da 200 MP? La risposta di un leaker
di

Samsung non è solo un produttore di smartphone, ma fornisce diverse componenti a molte altre aziende, che poi le utilizzano sui propri device: per esempio, l'azienda è una dei leader nel campo dei pannelli OLED e produce anche i chipset proprietari Exynos, che però vengono utilizzati solo sugli smartphone prodotti "in casa" dal colosso coreano.

Tra le numerose componenti che Samsung fornisce alle altre aziende vi sono anche i moduli per la fotocamera degli smartphone. Di recente, sotto questo fronte, Samsung ha annunciato il sensore ISOCELL HP1 da 200 MP, presentato per la prima volta a settembre ma ancora inutilizzato persino sugli smartphone più recenti.

La fotocamera da 200 MP fa gola a molti produttori di smartphone, che stanno cercando di assicurarsi l'utilizzo del sensore ISOCELL HP1 per i loro prossimi dispositivi flagship. Benché venga naturale pensare che Samsung sarà la prima ad implementare le nuove lenti, tuttavia, l'azienda ha già comunicato che non le integrerà sui propri smartphone prima del 2023.

Al contrario, la fotocamera da 200 MP dovrebbe essere utilizzata anzitutto da Motorola, il produttore di smartphone legato a Lenovo, che dovrebbe lanciare un dispositivo con un sensore ISOCELL HP1 nella prima metà del 2022. Motorola verrà immediatamente seguita da Xiaomi, che utilizzerà il modulo di Samsung su un telefono già programmato per la seconda metà del 2022.

Infine, Samsung dovrebbe implementare la sua tecnologia sui device flagship del 2023, ovvero la serie Galaxy S23 e quella di device foldable Z Flip e Z Fold 5. Questa è la tabella di marcia riportata dal noto leaker Ice Universe in un suo tweet. Uno dei motivi principali che trattengono Samsung dall'utilizzo delle nuove fotocamere da 200 MP è che esse richiedono un chipset adatto per sostenere dei sensori così potenti: probabilmente, al momento, i chipset Exynos non hanno tale capacità, dunque l'implementazione delle nuove lenti deve per forza di cose essere posticipata al 2023.

Ciò è un vantaggio per i produttori terzi, perché alcuni SoC di Qualcomm e MediaTek possono già abbinarsi con le lenti ISOCELL HP1: in particolare, lo Snapdragon 888+ e lo Snapdragon 8 Gen 1 dovrebbero gestire senza problemi la fotocamera, mentre lo stesso vale per il SoC Dimensity 9000 di MediaTek. Invece, lo Snapdragon 780G, uno dei chipset preferiti dai produttori di device di fascia media, si ferma a 192 MP.

Quanto è interessante?
2