Problemi con la privacy per l'applicazione Zoom e Facebook su iOS

Problemi con la privacy per l'applicazione Zoom e Facebook su iOS
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La quarantena obbligatoria imposta agli utenti di varie nazioni ha provocato un vero e proprio boom d'utilizzo per l'applicazione Zoom Cloud Meeting , che consente di effettuare videochiamate di gruppo. Tuttavia, un'analisi condotta da Motherboard ha portato alla scoperta di alcuni problemi di privacy.

Secondo quanto riferito nella ricerca, che è accessibile attraverso il link presente in calce, la versione iOS dell'applicazione invierebbe dei dati a Facebook attraverso delle API Graph che, come viene sottolineato sul sito "è il metodo principale utilizzato dagli sviluppatori per movimentare i dati da e verso Facebook".

I ricercatori sostengono che tramite l'app il colosso dei social media sarebbe in grado di ottenere un'ampia gamma di informazioni degli utenti, incluso il momento in cui viene aperta, il tipo di dispositivo utilizzato e la posizione generica. Inoltre, verrebbe anche generato un codice identificativo univoco. In questo modo, Facebook riuscirebbe ad effettuare il targeting pubblicitario per ogni iscritto.

A preoccupare anche il fatto che questo processo avverrebbe anche per gli utenti che la utilizzano e che non hanno alcun tipo di account sul social network o qualche altra piattaforma del colosso di Menlo Park.

Motherboard sottolinea anche che nell'informativa sulla privacy tale processo non verrebbe descritto. Facebook, interpellata, non ha diffuso alcuna informazione specifica a riguardo.

FONTE: Vice
Quanto è interessante?
2