È stato fatto un grande passo avanti per l'esplorazione della Luna

È stato fatto un grande passo avanti per l'esplorazione della Luna
di

L'ESA ha recentemente confermato la collaborazione con Surrey Satellite Technology Ltd (SSTL) per essere il principale fruitore per il lancio del satellite Lunar Pathfinder nel 2024, come fornitore di servizi di comunicazione intorno alla Luna.

La missione, sarà un primo passo verso la megacostellazione dell'ESA per riuscire nell'ambizioso piano di creare una rete di comunicazioni e satelliti di trasmissione dati al servizio degli utenti di tutto il mondo, in modo tale da poter fornire anche dati di navigazione per l'esplorazione lunare, proprio come oggi navighiamo utilizzando il GPS sulla Terra.

Sappiamo che la Nasa vuole esplorare il lato oscuro della Luna e con esso anche le regioni polari, che costituiscono aree di particolare interesse per le agenzie spaziali di tutto il mondo. Il motivo principale è che potrebbero rappresentare una potenziale risorsa per acqua, carburante e ossigeno. Un satellite di comunicazione come il Lunar Pathfinder sarà quindi fondamentale per garantire un contatto continuo sia per i mezzi robotizzati che per gli stessi umani.

David Parker, direttore dell'esplorazione umana e robotica dell'ESA, ha affermato: "Nella nuova era dell'esplorazione lunare abbiamo bisogno di un servizio di comunicazione solido e rapido che possa garantire una trasmissione sicura dei dati e delle conoscenze acquisite. Il servizio Lunar Pathfinder di SSTL sarà disponibile per tutti, consentendo scienze lunari a basso costo, dimostrazioni tecnologiche ed esplorazioni commerciali. In qualità di leader nell'esplorazione lunare, l'ESA prevede quindi di utilizzare ampiamente i suoi servizi".

La missione Lunar Pathfinder ospiterà anche due esperimenti ESA separati, il primo studierà la possibilità di utilizzare i satelliti di navigazione esistenti per il posizionamento sulla Luna, il secondo invece sarà un sistema di monitoraggio meteorologico spaziale per comprendere i livelli di radiazione intorno al nostro satellite, così da ottenere dati importanti per le esplorazioni umane.

Phil Brownnett, di SSTL, ha affermato: "Siamo lieti di firmare con l'ESA questa partnership di riferimento per i servizi di comunicazione dalla nostra missione Lunar Pathfinder. Collaboriamo con loro dal 2018 per completare la missione e non vediamo l'ora di realizzare la nostra ambizione di fornire servizi e dati di navigazione convenienti per gli utenti di tutto il mondo."

Quanto è interessante?
4
È stato fatto un grande passo avanti per l'esplorazione della Luna