Propy lancia piattaforma NFT per proprietà immobiliari: ecco come funzionerà

Propy lancia piattaforma NFT per proprietà immobiliari: ecco come funzionerà
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella nostra analisi approfondita degli NFT, moda del mondo crypto che ha preso il via nel marzo 2021, abbiamo accennato alla possibile diffusione tra le agenzie immobiliari per vendere gli immobili come Non Fungible Token. Ebbene, ciò si sta manifestando a macchia d’olio: ora è la startup blockchain Propy a muoversi in tale ambito.

L’annuncio giunge direttamente dal sito ufficiale di Propy che, già nel 2021, pianificò l’utilizzo degli NFT per facilitare le vendite immobiliari nel mondo reale tramite “contratti smart”, utilizzando gli NFT legalmente per vendere appartamenti. Il piano si allarga ora negli Stati Uniti: la commercializzazione avverrà dall’8 febbraio 2022 mettendo all’asta due residenze nel servizio di NFT immobiliari.

Il funzionamento è relativamente semplice: in parole povere, Propy farà sì che i registri dell’acquisto e la cronologia delle trattative vengano posizionati nella blockchain, indicando la proprietà dell’immobile in maniera sicura e univoca. Ciò ridurrà i costi legali per gli acquirenti e renderà il processo di acquisto di appartamenti, case, etc. estremamente rapido: saranno necessari pochissimi minuti per completare la trattativa, semplicemente vendendo l’NFT dedicato.

Il piano sarà ovviamente quello di espandere il progetto globalmente: “In Propy abbiamo sviluppato tutti i contratti intelligenti necessari e un quadro giuridico compatibile che consente di tokenizzare qualsiasi proprietà immobiliare negli Stati Uniti. Le vendite di NFT hanno raggiunto i 4 miliardi di dollari a dicembre 2021 e le risorse del mondo reale rappresenteranno presto una parte significativa di quel mercato”, ha spiegato la CEO e co-fondatrice di Propy, Natalia Karayaneva.

A proposito di NFT, Lamborghini ha annunciato la sua prima collezione di Token all’asta.

FONTE: Propy
Quanto è interessante?
1
Propy lancia piattaforma NFT per proprietà immobiliari: ecco come funzionerà