Proteste di Hong Kong: Apple cede alla Cina e rimuove l'app di un giornale

Proteste di Hong Kong: Apple cede alla Cina e rimuove l'app di un giornale
di

Dopo la rimozione di HKmap Live, di cui abbiamo avuto modo di parlare la scorsa settimana, Apple avrebbe ceduto ad una nuova serie di pressioni da parte della Cina e, come riportato da vari siti, ha cancellato dal proprio Store un'altra applicazione legata alle proteste di Hong Kong.

Si tratta del client ufficiale del popolare giornale online Quartz, che sta seguendo da vicino le sanguinose manifestazioni che ormai vanno avanti da mesi. Il giornale online in un articolo pubblicato ha affermato senza giri di parole che la rimozione è dovuta alla loro "eccellente copertura delle proteste di Hong Kong", il che ha scatenato non poche perplessità tra gli utenti Apple.

Quartz infatti ha una pagina dedicata alla vicenda, che negli ultimi giorni è finita anche sulle colonne dei giornali dedicati al mondo dell'NBA per la presa di posizione del manager degli Houston Rockets che ha mostrato solidarietà ai manifestanti.

La scorsa settimana invece Apple aveva rimosso HKmap Live, che permetteva di localizzare la posizione degli agenti e pattuglie di polizia e che si basava su un gruppo Telegram per condividere informazioni sugli arresti. Quest'altra scelta aveva fatto molto discutere sulla stampa locale, dove alcuni giornalisti avevano invitato la società di Cupertino a "pensare alle conseguenze della sua decisione imprudente e considerata".

Ieri, invece, è stato scoperto che da iOS ad Hong Kong la Mela ha rimosso la bandiera del Taiwan.

FONTE: Cultofmac
Quanto è interessante?
4