Pubblica Amministrazione sempre più digitale: entra nel vivo il servizio InPA

Pubblica Amministrazione sempre più digitale: entra nel vivo il servizio InPA
di

La Pubblica Amministrazione diventa sempre più digitale, anche grazie ai fondi del PNRR dell’Unione Europea. Il Ministro Brunetta ha annunciato che è stato potenziato lo spazio web InPA, che rappresenta un unico punto d’accesso per i concorsi delle pubbliche amministrazioni e la mobilità.

In un comunicato pubblicato sul sito web della Funzione Pubblica, Brunetta osserva che dopo essere stato lanciato in via sperimentale nel 2021, inPA si è evoluto in tempo di record ed oggi vanta un ventaglio di tanti servizi ed una banca di dati da 6 milioni di profili, popolata anche grazie ai protocolli d’intesa siglata con gli ordini e le associazioni di professionisti e la possibilità di estendere le ricerche di personale ai 16 milioni di iscritti.

Le novità, attive dal 1 Luglio scorso, sono davvero tante: le amministrazioni centrali e le autorità indipendenti possono pubblicare online i propri bandi di concorso per le assunzioni a tempo indeterminato e determinato. Dal 1 novembre l’utilizzo di InPA sarà obbligatorio mentre entro il 31 Ottobre 2022 il ricorso a questa piattaforma sarà esteso a regioni ed enti locali. Dal 2023, invece, le pubblicazioni di bandi di concorso per assunzioni a tempo indeterminato avverrà unicamente sul portale e sul sito istituzionale dell’amministrazione.

Già disponibili invece gli avvisi di mobilità che le amministrazioni sono tenute ad inserire in un’apposita sezione.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
7