Anche tu puoi aiutare nella lotta all'estinzione di questi animali, ecco come

Anche tu puoi aiutare nella lotta all'estinzione di questi animali, ecco come
di

Nonostante la meravigliosa varietà del nostro pianeta che ospita oltre otto milioni di specie di animali, alcune di queste sono in estremo pericolo d'estinzione a causa della caccia e della distruzione degli habitat. La colpa non è che nostra, allora non ci resta che cercare di fare del nostro meglio per aiutarle a sopravvivere.

  • Il rinoceronte di Giava

Attualmente nel nostro pianeta esistono circa 27 mila rinoceronti, dato allarmante visto che nel ventesimo secolo erano oltre 500 mila. Tra le specie di rinoceronti, quello di Giava è quella più a rischio e ad oggi rimangono soltanto 67 esemplari.

Come proteggere questa specie? Esistono molteplici associazioni che si occupano della faccenda:

  1. Global WildLife Conservation collabora con l'International Rinho Foundation e l'Indonesian Rhino Foundation, e ha lo scopo di ampliare la popolazione dell'Ujung Kulon, il parco che ospita i 67 rinoceronti di Giava. L'obiettivo? Arrivare almeno a 80 rinoceronti entro il 2025. Clicca qui per donare.
  2. Puoi anche scegliere di adottare un rinoceronte di Giava! Non fisicamente ma simbolicamente, grazie alla tua donazione sarà possibile finanziare progetti di ricerca e ripristino degli habitat, inoltre garantirai ai rinoceronti una protezione di 24h, tutti i giorni, per il bracconaggio. Qui puoi scoprire di più sulla questione.
  • Il leopardo dell'Amur

Sebbene proveniente sia dalla Russia orientale che dal nord-est della Cina, secondo gli esperti sono soltanto 84 gli esemplari di leopardo dell'Amur. Oltre al bracconaggio, un gravissimo problema per questi meravigliosi animali, vi è un problema di caccia, ma per i leopardi. Le loro prede sono caprioli, cervi sika e lepri, ma queste specie vengono già fortemente cacciate e questo impedisce ai leopardi di sfamarsi a dovere.

Come aiutare questa specie?

  1. La Phoenix Fund ha avuto un ruolo importantissimo nella sopravvivenza del leopardo dell'Amur. Di recente è stato osservato un piccolo aumento di popolazione proprio grazie al duro lavoro della fondazione. Questa offre regolari pattugliamenti anti-bracconaggio e fornisce un team qualificato e professionale, per saperne di più e donare basta cliccare qui.
  2. Wildlife Vets International ha lavorato per oltre dieci anni nel proteggere la salute dei leopardi dell'Amur, si tratta infatti di una fondazione veterinaria russa che fornisce medicine e attrezzature per il mantenimento della specie. Per maggiori informazioni premi qui.
  3. Come anche per i rinoceronti, è possibile adottare un leopardo dell'Amur e questo aiuterà a formare squadra antibracconaggio e a sviluppare programmi di educazione ambientale. Come farlo? Sul sito del WWF!
  • La tigre di Sumatra

Si tratta di una specie, una volta, presente in tutte le Isole della Sonda, in Indonesia. Oggi sono estinte a Giava e a Bali e ne esistono meno di 400 esemplari e si trovano tutti a Sumatra. I loro habitat sono distrutti e le loro prede fin troppo cacciate, oltre ad essere terribilmente minacciate dai bracconieri continuamente in cerca di qualche esemplare.

Cosa possiamo fare per loro?

  1. Il WWF monitora e ricerca le tigri, inoltre sta lavorando per proteggere i terreni e gli habitat della specie. L'organizzazione preme per la chiusura degli allevamenti commerciali di tigri e cerca di liberare e proteggere i felini in cattività, per sostenerli in questa importante lotta clicca qui.
  • L'orango di Sumatra

La specie, che si muove principalmente saltando tra gli alberi, è a rischio soprattutto per le piantagioni di olio di palma che portano ad una brutale deforestazione del loro habitat naturali. Attualmente esistono circa 14.600 oranghi ma, sebbene rispetto alle altre specie elencate potrebbe sembrare una buona notizia, beh le orango femmine partoriscono un solo cucciolo e solo ogni otto o nove anni!

Chi si occupa attualmente della faccenda e cosa possiamo fare per gli oranghi di Sumatra?

  1. Il Sumatran Orangutan Conservation Program collabora con alcune ONG per proteggere, riabilitare e ricercare altri esemplari di oranghi. Lavora anche per sottrarre gli oranghi che qualcuno ha pensato bene di tenere come animali domestici, illegalmente. In Indonesia vengono catturati e tenuti da famiglie ricche come status symbol. Per maggiori informazioni e per donare clicca qui.
  2. É possibile adottare una femmina di orango con l'aiuto del WWF, questo le proteggerà e permetterà loro di vivere abbastanza da procreare, clicca qui per maggiori informazioni.


E per ultimo ma non meno importante, anzi:

  • La vaquita
Si tratta di una specie di focena ed è il mammifero marino più raro di tutto il mondo. Attualmente non restano che 10 esemplari: sono molto, estremamente vicini all'estinzione. Nuotano principalmente nel Golfo di California, in Messico e sono così tanto a rischio per due motivi principali. Il primo, è che le vaquita rimangono spesso incagliati nelle reti da pesca fisse, il secondo è che esiste un'enorme richiesta cinese della sua vescica natatoria. Vengono vendute a quasi quattro mila dollari al chilo perché si ritiene abbia proprietà mediche.

Come possiamo aiutare questi poveri mammiferi?
  1. Il WWF ha già richiesto maggiore sicurezza e severità contro la pesca illegale e le reti fisse al governo messicano, inoltre hanno già rimosso oltre 400 reti da pesca tra il 2016 e il 2017. Il Messico sta cercando di collaborare ma possiamo contribuire firmando una petizione per il governo messicano, affinché ci sia una maggiore azione.


Se anche tu hai a cuore questi animali, che non sono neppure i soli ad essere a rischio d'estinzione, come gli oranghi di Tanapuli e molti altri, non ti resta che donare o firmare la petizione!

Quanto è interessante?
2