Putin: "lo stop al supporto software ha fatto aumentare gli attacchi hacker in Russia"

Putin: 'lo stop al supporto software ha fatto aumentare gli attacchi hacker in Russia'
di

Dall’invasione dell’Ucraina, e da quando l’Occidente ha imposto le severe sanzioni, gli attacchi informatici da parte di “strutture statali” straniere contro la Russia sono aumentati. Ad affermarlo è stato il presidente Vladimir Putin durante un incontro del Consiglio di Sicurezza.

Putin ha spiegato che gli attacchi sono cresciuti anche perchè i fornitori occidentali di software hanno “interrotto unilateralmente il supporto tecnico alle loro apparecchiature e software in Russia”, in risposta a quanto sta avvenendo in Ucraina. Reuters riferisce che a seguito di ciò sono aumentate in maniera importante le fughe di dati, in particolare ai danni della seconda banca russa ed i siti di ecommerce.

Il capo del Cremlino però ha affermato che la nazione è pronta, nonostante sia stata colta alla sprovvista. “Già oggi possiamo affermare che l’aggressione informatica contro di noi, così come in generale le sanzioni alla Russia, è fallita”, ha detto Putin.

Proprio in risposta alle sanzioni, la Russia ha legalizzato la pirateria software, ma chiaramente questo ha aperto le porte ad attacchi informatici di vario tipo.

Su queste pagine abbiamo a lungo parlato della questione e, come noto, tra i principali attori che hanno dato il via a questa guerra informatica troviamo anche Anonymous che ha pubblicato 600 gigabyte di documenti.

FONTE: Mashable
Quanto è interessante?
5