Ecco qual è la frase più bella della storia del cinema secondo l'American Film Institute

Ecco qual è la frase più bella della storia del cinema secondo l'American Film Institute
di

L'American Film Institute è un'organizzazione indipendente no-profit creata dalla National Endowment for the Arts, che fu fondata da George Stevens Jr. nel 1967, quando il Presidente degli Stati Uniti d'America Lyndon B. Johnson firmò il National Foundation on the Arts and the Humanities Act.

L'associazione concentra la sua opera nell'insegnamento e sulla conservazione di vecchie pellicole, soggette a degradazione col tempo. Contrariamente al suo nome, in realtà l'AFI non opera solamente sui film, ma anche sulla televisione. Dal 1998 (anno corrispondente al centesimo anniversario del primo film americano), l'AFI stila annualmente le AFI 100 Years... series, per celebrare e promuovere l'interesse nella storia del cinema.

Quest'ultime sono una serie di classifiche di film americani. Secondo la top 100 delle migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi (stilata nel 2005), al primo posto si trova la famosa frase del film Via col vento (1939), "Francamente me ne infischio", pronunciata dal personaggio di fantasia Rhett Butler e interpretato da Clark Gable.

Al secondo posto troviamo la storica frase pronunciata da Vito Corleone del Il padrino (1972), nel capolavoro di Francis Ford Coppola: "Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare" e pronunciata da un indimenticabile Marlon Brando. Al terzo posto del podio troviamo sempre una frase detta da un giovanissimo Brando, nel film Fronte del porto (1954): "Ma non è questo. È questione di classe! Potevo diventare un campione. Potevo diventare qualcuno, invece di niente, come sono adesso".

All'interno della lista possiamo trovare altri celebri frasi storiche come "Che la Forza sia con te" di Star Wars, "Sono il lupo cattivo!" di Shining, "Hasta la vista, baby" di Terminator 2 e tantissime altre citazioni che hanno fatto la storia del cinema.

Quanto è interessante?
5