Qual è il significato del termine greco da cui nasce il verbo leggere?

Qual è il significato del termine greco da cui nasce il verbo leggere?
di

La lingua italiana racchiude in sé secoli e secoli di storia, partendo dall'antica Grecia e passando per i nostri antenati romani, senza contare le innumerevoli evoluzioni a cui è andata incontro e che renderanno sempre affascinante l'andare alla scoperta del significato originario di un termine di uso comune.

In molti casi, infatti, c'è da restare stupiti davanti al percorso tortuoso compiuto da una parola partita da un significato per arrivare ad assumerne tutt'altro o, comunque, a deviare in maniera abbastanza sensibile da quello che era il suo compito originario.

Prendiamo ad esempio il verbo leggere, che trova la sua origine più evidente nel verbo latino legere: scavando un po' più a fondo, però, ci accorgiamo di come il nostro verbo abbia in realtà un'assonanza palese con un suo antenato greco, ovvero il verbo lego.

È qui che la cosa si fa interessante: il verbo lego, infatti, significa letteralmente dire o raccogliere. La sua evoluzione l'ha dunque portato ad indicare il gesto della lettura come l'atto di raccogliere dei segni tramite gli occhi, per poi ricomporli in parole e frasi. Incredibile quanta storia ci sia dietro un verbo tanto comune, non trovate? A proposito della nostra lingua: pare che negli ultimi tempi sia stato registrato un netto calo nelle richieste di doppiaggi italiani per i videogiochi.

Quanto è interessante?
1