Qualcomm: Apple voleva un miliardo di dollari per utilizzare il nostro chip

Qualcomm: Apple voleva un miliardo di dollari per utilizzare il nostro chip
di

Qualcomm non sembra aver preso bene le accuse mosse da Tim Cook, secondo le quali il chipmaker avrebbe assunto "falsi giornalisti" per distruggere l'immagine di Apple. Infatti, dopo diverse risposte in cui si citavano anche i prezzi a cui la società di Cupertino vende i suoi prodotti, Qualcomm ha rivelato alcune "curiosità" su Apple.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di Gizchina, la società con sede a San Diego ha affermato, nella figura del CEO Steve Morenkov, che Apple avrebbe chiesto loro un miliardo di dollari di "bonus" per montare dei chip di Qualcomm sugli iPhone. Stando ai documenti ufficiali risalenti al 2011, il motivo dietro a questa cifra era stato giustificato all'epoca per pagare le spese che Apple aveva dovuto sostenere per passare dai "vecchi" processori a quelli della società con sede a San Diego. Tuttavia, Morenkov ha dichiarato davanti alla FTC (Federal Trade Commission) che quella somma sarebbe stata pagata da Qualcomm per diventare il fornitore esclusivo dei chip di Apple.

Insomma, la questione si fa sempre più complicata ed è sempre più difficile capire cosa sia vero e cosa no, ma sembra proprio che sentiremo ancora molte altre "confessioni" con il proseguire della battaglia legale. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni in merito. Nel frattempo, Apple sta avendo parecchie grane legali in Cina e in Germania.

FONTE: Gizchina
Quanto è interessante?
2
Qualcomm: Apple voleva un miliardo di dollari per utilizzare il nostro chip