Siamo i quarti al mondo per attacchi malware, Italia seconda in Europa

Siamo i quarti al mondo per attacchi malware, Italia seconda in Europa
di

L'Italia continua ad essere uno dei bersagli preferiti dei criminali informatici. Tant'è che per numero di attacchi malware e loro diffusione siamo quarti al mondo. Lo rivela il report Evasive Threats, Pervasive Effects che è stato elaborato dall'azienda Trend Micro Research.

9,4 milioni di malware, e oltre 225 milioni di minacce informatiche diffuse via mail. Sono questi i numeri del crimine informatico che fanno salire l'Italia ad un passo dal podio mondiale. Se poi ci fermiamo a guardare i dati relativi alla minaccia del momento —i ransomware— la fotografia generale è leggermente migliore, ma comunque allarmante. Sul fronte degli attacchi ransomware stando a Trend Mirco Research simo dodicesimi.

Solamente questa estate un nuovo ransomware prendeva di prima gli indirizzi di posta certificata italiani.

Kaspersky Lab in un precedente report denunciava che un'azienda italiana su due aveva subito attacchi informatici di qualche tipo.

Attacchi malware, la classifica: al primo posto troviamo gli Stati Uniti, che sono seguiti a stretto giro dal Giappone e dalla Francia, che detiene il primato del continente europeo. La minaccia principale è ancora una volta rappresentato dai malware di cryptomining, quelli che rubano potenza alle macchine infettate per generare criptovalute. Aumentano anche gli attacchi fileless, particolarmente difficili da individuare. Non viene installato nessun file, e quindi sfuggono agli anti-virus, ma in compenso accedono alla memoria del PC.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
3