Quest'anno l'Equinozio di Autunno arriva il 23 Settembre e non il 21

Quest'anno l'Equinozio di Autunno arriva il 23 Settembre e non il 21
di

Contrariamente a quanto pensato da tutti, quest'anno l'Equinozio di Autunno non è già arrivato nella giornata di ieri, ma bisognerà aspettare ancora ventiquattro ore. Si tratta di un evento più unico che raro, che non accadeva da mille anni e che si verificherà di nuovo nel 2092 e 2096.

Ma per quale motivo avviene questo cambiamento?

Le motivazioni sono da ricercare nel calendario gregoriano, introdotto nel 1582 e che come stabilito dal Concilio di Nicea si basa sul 21 Marzo come data dell'equinozio, sulla quale si calcola poi la Pasqua. In base a questa poi vengono effettuati gli altri calcoli.

Come rivelato da alcuni scienziati, però, tale calcolo non è perfetto dal momento che il nostro calendario è diviso in 365 giorni, secondo la convenzione basata sulla rivoluzione completa della Terra attorno al Sole. E' però doveroso sottolineare che tale rivoluzione dura per l'esattezza 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 49 secondi.

Un altro elemento da tenere in considerazione per capire le motivazioni che portano a tale calcolo è l'anno bisestile, che ricade ogni quattro anno e che come noto aggiunge un giorno a Febbraio. Nonostante i 29 giorni del secondo mese dell'anno, però, comunque non basta per allinearsi completamente alla rivoluzione terrestre.

Le motivazioni sono da ricercare in un calcolo effettuato dai colleghi di Repubblica, secondo cui oltre all'aggiunta di un giorno agli anni bisestili, ogni 100 anni se ne deve togliere uno, ed ogni 400 riaggiungerlo, motivo per cui il 2000 è stato appunto bisestile.

Il ritardo accumulato nel corso degli anni ha fatto si che l'equinozio di autunno (ed anche di primavera) sia slittato. In particolare, per due anni ricade il 22 Settembre e per altri due il 23, come nel 2018.

Quanto è interessante?
11

Acquista il puzzle 3D della Stazione Spaziale Internazionale su Amazon.it e divertiti a costruire il modellino della ISS!