Questo sito racchiude tutti i progetti fallimentari di Google

Questo sito racchiude tutti i progetti fallimentari di Google
di

Google+ è solamente l'ultimo progetto fallimentare della società californiana, che nel corso degli anni ha visto la chiusura di molti servizi. Se da una parte questo denota grande volontà di sperimentare, dall'altra la situazione non è molto rassicurante. Qualcuno ha ben pensato di realizzare un "cimitero" che raccoglie tutti i fallimenti/chiusure di BigG.

Chiamato per l'appunto The Google Cemetery, questo sito garantisce un quadro generale relativo alla miriade di progetti messi in piedi da Google dal 2002 a oggi. Si parte da Google Answers, servizio morto nel 2006, per poi passare a Dodgeball, Lively, Page Creator, Web Accelerator, Audio Ads, Ride Finder, SearchWiki, GOOG-411, Google Gears, Google Buzz, Google Notebook, Aardvark, Google Dictionary, Google Labs, Google Desktop, SideWiki, Google Fast Flip, Google Wawe, Google Video, Google Health, Knol, Picnik, Google Jaiku, Urchin, Code Search, Sparrow, Google Reader, iGoogle, Google Checkout, Google Latitude, Building Maker, Orkut, Google Catalogs, Helpouts by Google, Google Moderator, Picasa, Google Code, Panoramio, Project Ara, Google Talk, Google Spaces, Goo.gl e appunto Google+.

Insomma, nel corso della sua attività Google ha avviato e chiuso ben 44 servizi. Collegandovi al succitato sito potete anche leggere le motivazioni legate alla chiusura di ogni singolo progetto. Quale sarà il prossimo servizio? Solo il tempo ce lo dirà.

Quanto è interessante?
5

Le migliori offerte per i tuoi Regali di Natale 2018: videogiochi, console, hi-tech, smartphone, PC Gaming, TV 4K e tanto altri altri prodotti a prezzo scontato su Amazon, per un Natale da sogno a piccoli prezzi.

Questo sito racchiude tutti i progetti fallimentari di Google