Rapporto sugli UFO: ecco cosa dovremmo aspettarci dall'atteso documento

Rapporto sugli UFO: ecco cosa dovremmo aspettarci dall'atteso documento
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel corso di questo mese le agenzie di intelligence statunitensi dovranno consegnare al Congresso degli Stati Uniti un rapporto sugli UFO (che ricordiamo essere "semplicemente" oggetti volanti non identificati, non per forza alieni). Il documento rivelerà tutti i dati che sono stati ottenuti fino ad adesso su questi incontri.

Il rapporto sarà guidato dal Direttore dell'intelligence nazionale e dalla Task Force UAP (Unidentified aerial phenomena, ovvero fenomeni aerei non identificati). "Non possiamo permettere che lo stigma degli UFO ci impedisca di indagare seriamente. Il prossimo rapporto è un passo in questo processo, ma non sarà l'ultimo", ha affermato il senatore Marco Rubio della Florida, a capo del Comitato per l'intelligence del Senato.

La questione UFO (o UAP), come volti di voi sapranno, non è nuova... ma è stata presa in considerazione solo negli ultimi anni grazie a una serie di avvistamenti di alto profilo e importanti. Tutto iniziò da un articolo del 2017 sul New York Times che riportava l'avvistamento una serie di aerei dalla forma insolita e in rapido movimento.

Ad aver fatto "scoppiare" ulteriormente la questione è stato il Pentagono, che ha successivamente confermato l'autenticità dei video realizzati dal personale della Marina, rilasciandoli ufficialmente al pubblico. Ovviamente il rapporto in questione non certificherà l'esistenza di forme di vita extraterrestri, ma molto probabilmente sarà una raccolta di tutti i rapporti sugli UAP ottenuti dai militari negli ultimi tempi.

"Non credo che il rapporto ci dirà molto. Penso che debbano studiarlo di più e non avere solo una possibilità", ha detto al Guardian questa settimana l' ex senatore Harry Reid del Nevada, una delle voci più persistenti che chiedono il rilascio di informazioni sugli UFO.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
5