Reality Pro di Apple non avrà bisogno di controller, e potrà ricreare in VR gli utenti

Reality Pro di Apple non avrà bisogno di controller, e potrà ricreare in VR gli utenti
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L’atteso visore per la realtà virtuale ed aumentata di Apple si avvicina, ed almeno in base a quanto emerso nelle ultime ore sarà un mostro di potenza grazie al lavoro portato avanti dagli ingegneri del colosso di Cupertino.

Mark Gurman di Bloomberg, in un rapporto pubblicato nelle ultime ore spiega che Reality Pro, questo il nome dell’headset, avrà anche il tracciamento avanzato delle mani, la possibilità di vedere il display del Mac ed offrirà la possibilità di ricreare versioni digitali degli utenti nelle conversazioni FaceTime.

Tutte queste tecnologie dovrebbero essere abilitate dalle molte telecamere esterne, che potranno tracciare le mani grazie ad una serie di sensori integrati sulla scocca che saranno anche in grado di leggere gli occhi. Gli utenti saranno in grado di guardare qualcosa sullo schermo del Mac per poi selezionarlo ed unire le dita per attivarlo, senza alcun controller esterno. Tramite una corona digitale (che riprenderà quella presente su AirPods Max ed Apple Watch) sarà invece possibile passare dalla realtà virtuale ad aumentata.

Particolarmente interessante è la parte sulle chiamate FaceTime: Reality Pro sarà in grado di “ricreare realisticamente il viso e l’intero corpo dell’utente in realtà virtuale”.

L’azienda starebbe anche sviluppando un sistema coinvolgente per guardare video su grandi schermi mentre si indossa Reality Pro, ma chiaramente per accedere all’audio spaziale si avrà bisogno di AirPods.

Fronte batteria, invece, sarà presente su un pacchetto esterno da mettere in tasca e da collegare al dispositivo tramite cavo, in maniera simile al Magic Leap. Tale pacchetto dovrebbe essere delle dimensioni di “due iPhone 14 Pro Max impilati uno sopra l’altro”, che daranno alle cuffie due ore di autonomia.

Il rovescio della medaglia è rappresentato dal prezzo: si parla di circa 3000 Dollari per Apple AR, il doppio di Quest Pro. Il costo non è propriamente accessibile, e probabilmente proprio per questo motivo Apple ha messo in preventivo la vendita di solo un milione di unità nel primo anno.

FONTE: theverge
Quanto è interessante?
2