Un reattore nucleare più caldo del Sole: ecco il risultato strabiliante in Corea del Sud

Un reattore nucleare più caldo del Sole: ecco il risultato strabiliante in Corea del Sud
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La fusione nucleare è uno dei campi su cui ci sono tanti progetti in azione. Oltre il famoso ITER, che poi lascerà un giorno il posto a DEMO, sono tanti gli esperimenti all'attivo che si pongono l'obiettivo di migliorare i magneti, ottenere energie più alte e tanto altro ancora. E a fare passi avanti stavolta è stato il KSTAR.

Il Korea Superconducting Tokamak Advanced Research è riuscito a creare un plasma capace di raggiungere una temperatura di 100 milioni di gradi Celsius, mantenendola per oltre venti secondi. Si tratta praticamente del calore di una stella, con una temperatura raggiunta superiore a quella del Sole. Poi, dopo trenta secondi, l'esperimento è stato spento a causa di limitazioni dell'hardware.

Il KSTAR ha utilizzato un campo magnetico per generare e stabilizzare questo plasma ultra caldo, con lo scopo di realizzare la tanto agognata fusione nucleare che terrà in vita i reattori del futuro, producendo energia pulita. Uno dei ricercatori del laboratorio, Yong-Su Na, ha affermato che in futuro sono previsti dei miglioramenti all'apparato, che porterà quindi anche a una possibilità di estendere la durata dell'esperimento.

Non si tratta comunque di un record sulla temperatura, dato che l'esperimento cinese EAST raggiunse i 120 milioni di gradi Celsius, ma la possibilità di replicare queste situazioni conferma che il progresso della fusione nucleare è continuo in tutto il mondo. C'è chi invece ha capito come funziona il tutto ma non riesce a replicare la fusione nucleare autosufficiente.

Quanto è interessante?
3