Record cosmico: trovato esopianeta che orbita intorno alla sua stella ogni 18 ore

Record cosmico: trovato esopianeta che orbita intorno alla sua stella ogni 18 ore
di

Nuovo record cosmico: trovato un esopianeta che orbita attorno alla sua stella in poco più di 18 ore, il periodo orbitale più breve mai osservato per un pianeta di questo tipo. In poche parole, su questo mondo (un pianeta gioviano caldo simile per dimensioni e composizione a Giove) si festeggia capodanno ogni 18 ore.

La scoperta è stata descritta in un nuovo articolo pubblicato sul Monthly Notices of the Royal Astronomical Society ed è stato condotto dagli astronomi dell'Università di Warwick. Il pianeta NGTS-10b è stato scoperto a circa 1000 anni luce dalla Terra come parte del Next-Generation Transit Survey (NGTS), che mira a scoprire pianeti fino alle dimensioni di Nettuno utilizzando il metodo del transito.

"Siamo entusiasti di annunciare la scoperta di NGTS-10b, un pianeta di dimensioni di Giove con un periodo estremamente breve in orbita attorno a una stella non troppo dissimile dal nostro Sole", afferma l'autore principale dello studio, il Dr. James McCormac del Dipartimento di Fisica dell'Università di Warwick. "Anche se in teoria i gioviani caldi con brevi periodi orbitali (meno di 24 ore) sono i più facili da rilevare a causa delle loro grandi dimensioni e dei frequenti transiti, si sono rivelati estremamente rari. Delle centinaia di questi pianeti attualmente conosciuti ce ne sono solo sette che hanno un periodo orbitale inferiore a un giorno."

NGTS-10b è 27 volte più vicino alla sua stella rispetto a Mercurio con il Sole. Gli astronomi stimano che la temperatura media del pianeta sia superiore a 1000 gradi Celsius. "Nei prossimi dieci anni, potrebbe essere possibile vedere questo pianeta crescere a spirale. Saremo in grado di utilizzare NGTS per monitorare questo avvenimento nel corso di un decennio. Questo ci direbbe molto sulla struttura del pianeta che non conosciamo ancora", afferma infine il co-autore dello studio, il Dr. Daniel Bayliss.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
4