Reggio Calabria, il sindaco dice no al 5G: "tutelata la salute dei cittadini"

Reggio Calabria, il sindaco dice no al 5G: 'tutelata la salute dei cittadini'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Giuseppe Falcomatà, il sindaco di Reggio Calabria, con un post pubblicato sul proprio account ufficiale Facebook ha annunciato di aver firmato l'ordinanza di sospensione dell'installazione delle antenne 5G nella città metropolitana calabrese.

Nelle motivazioni, Falcomatà afferma che la decisione è arrivata per "tutelare la salute di tutti noi. Ad oggi non esistono certezze rispetto agli effetti che questa nuova tecnologia ha sulle persone. Sapete bene che nelle scorse settimane l'Amministrazione comunale ha avviato degli incontri con l'Università Mediterranea e con l'Ordine dei medici. Questi incontri continueranno nei prossimi giorni e saranno estesi anche alle associazioni e i comitati con cui ho già avuto modo di confrontarmi".

Non si tratta però di una chiusura definitiva, ed infatti il primo cittadino nel paragrafo successivo ha affermato che "se gli studi scientifici dovessero sciogliere ogni dubbio, accoglieremo consapevolmente questa nuova tecnologia, ma intanto, nell'incertezza, per quanto mi riguarda, la salute dei miei concittadini va messa sempre al primo posto".

Come prevedibile, la decisione ha provocato una serie di reazioni a catena, un cittadino invita il Sindaco a confrontarsi con i professori dell'Università Medirerranea, che "sapranno spiegarle come l'Italia ha fissato delle soglie molto più stringenti rispetto a quelle stabilite dalla commissione internazionale e che gli effetti nocivi sulla salute non sono stati dimostrati da nessuno studio scientifico". Altri invece hanno promosso la scelta.

Delle paure per il 5G abbiamo parlato a lungo su queste pagine, soprattutto dopo la bufala che l'ha legato al Coronavirus.

Quanto è interessante?
4