Questo reperto dell'antica Roma mostra prigionieri barbari dati in pasto ai leoni

Questo reperto dell'antica Roma mostra prigionieri barbari dati in pasto ai leoni
di

Nel corso di alcuni scavi archeologici è stato portato alla luce un interessante reperto, risalente all’antica Roma. Si tratta della maniglia di una chiave in bronzo, che raffigura la scena dell’esecuzione di un barbaro, ferocemente divorato da un leone.

Il manufatto è stato portato alla luce dai ricercatori dell’Università di Leicester, durante alcuni scavi di un’abitazione romana. Successivamente, sull’oggetto in questione, sono state effettuate una serie di analisi da parte dell’archeologo Jhon Pearce, coautore dello studio, e dagli studiosi del King’s college di Londra.

Gavin Speed, studioso responsabile del ritrovamento, in merito alla stupefacente scoperta ha affermato “Quando è stato trovato per la prima volta, sembrava un oggetto di bronzo indistinguibile, ma dopo aver accuratamente ripulito il terreno, abbiamo rivelato molti piccoli volti che ci guardavano, è stato assolutamente sorprendente. Niente di simile è stato scoperto da nessuna parte dell’Impero Romano prima”.

Una volta ripulita, la raffigurazione, ha mostrato quello che sembra essere, a tutti gli effetti, un barbaro, dai lunghi capelli e dalla folta barba, la cui testa viene addentata dalle fauci di un leone. Alla base della statuetta, inoltre, è stata riscontrata la presenza di altre figure. Queste ritraggono alcuni giovani nudi che, brandendo pietre in una sorta di posa difensiva, tentano di difendere i compatrioti. La scena rappresenta l’efferata pratica della “damnatio ad bestias”, ovvero condannare a morte i criminali indegni, dandoli appunto “alle bestie”. Pratiche molto più crudeli delle lotte tra i gladiatori, raffigurate in antichi affreschi, e a cui, secondo recenti ritrovamenti, hanno preso parte anche le "gladiatrici".

La statuetta non solo fornisce prove delle esecuzioni dei prigionieri barbari nelle arene romane dopo la conquista, ma sembra una sottospecie di memorandum sulla sorte che attendeva chiunque avesse desiderato opporsi alla grandezza dell’impero e alle sue spinte conquistatrici e “unificatrici”.

Qui di seguito vi proponiamo un video che analizza il manufatto in questione ed un’immagine del reperto, prodotti dall’Università di Leicester.

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
11
Questo reperto dell'antica Roma mostra prigionieri barbari dati in pasto ai leoni