I resti del muro che eguagliarono il Vallo di Adriano

I resti del muro che eguagliarono il Vallo di Adriano
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Oggi è difficile riconoscerlo tra le piante selvatiche, ma nei primi secoli di vita dell'Impero d'Oriente il muro anastasiano, o Lunghe mura della Tracia rappresentavano, la difesa principale della città.

Esso fu costruito nel nascente Impero romano d'Oriente nel V secolo d.C., quando le invasioni barbariche cominciarono a diventare un evento di straordinaria rilevanza nel mondo occidentale.

Estendendosi per 64 km, partendo dal Mar Nero fino ad arrivare al Mare di Marmara, la cinta muraria venne costruita sotto l'Impero del primo vero imperatore bizantino, Anastasio I (491-518 d.C.) - anche se vi sono degli indizi che proverebbero la sua esistenza durante i regni di Leone I (457-474) e Zenone (476-491).

Al tempo, i Balcani non avevano un numero sufficiente di truppe per difendersi dalle incursioni degli Slavi e dei Bulgari. Di conseguenza, come gli imperatori romani d'Occidente fecero, l'Imperatore d'Oriente fece costruire un complesso sistema difensivo che potesse proteggere la capitale, Costantinopoli.

Il muro venne eretto per 5 metri di altezza e veniva sorvegliato da soldati nelle torri e nelle fortezze circostanti. Inoltre, per provvedere al sostentamento di questi in momenti di pace e fornire le armi e il supporto necessario durante gli attacchi, venne costruito un fosso parallelo al muro. Un sistema che eguagliava lo Stanegate, la strada romana che correva parallela al Vallo di Adriano.

Tuttavia, il muro anastasiano non fu sufficiente per fermare l'avanzata delle popolazioni barbariche. Era molto dispendioso ripararlo, per via della sua composizione in roccia e torba, e rifornirlo continuamente. Di conseguenza, venne abbandonato intorno al VII secolo d.C. e il suo ruolo venne ricoperto dalle imponenti doppie mura di Costantinopoli, o mura Teodosiane - costruite già nel 324 d.C., durante la fondazione della città. Fu proprio grazie a queste che Costantinopoli poté sopravvivere ai numerosi assedi che caratterizzarono la sua ricchissima storia fino al 1453, quando venne definitivamente conquistata dai Turchi.

Nel mentre, il muro anastasiano venne lentamente privato di tutti i suoi materiali. Gli edifici circostanti divennero l'obiettivo di diverse razzie e solo una piccola parte della costruzione è riuscita a sopravvivere fino ad oggi.

Quanto è interessante?
1
I resti del muro che eguagliarono il Vallo di Adriano