In rete i dati privati di camgirl ed utenti che guardavano spettacoli porno

In rete i dati privati di camgirl ed utenti che guardavano spettacoli porno
di

Un errore da parte della società che gestiva il database di alcuni siti web che offrivano spettacoli erotici in webcam ha portato all'esposizione dei dati privati di milioni di utenti e camgirl. La scoperta è stata effettuata qualche settimana fa, ed è legata alla mancata protezione dei registri.

I siti interessati, gestiti da VTS Media, includono amateur.tv, webcampornoxxx.net, e placercams.com. La maggior parte degli utenti iscritti hanno sede in Spagna ed Europa, ma secondo quanto riferito da coloro che hanno avuto modo di accedere al database, sarebbero presenti anche dati di utenti del resto del mondo, compresi gli Stati Uniti.

Il database conteneva i registri giornalieri delle attività, ma anche informazioni in merito agli accessi, i nomi e gli indirizzi IP che avrebbero potuto consentire di identificare gli iscritti. In alcune circostanze erano presenti anche i messaggi privati scambiati tra utenti, e le email promozionali ricevute dai siti. I registri comprendevano anche i tentativi di login non riusciti, con tanto di nome utente e password in chiaro.

Secondo quanto riportato da TechCrunch, alcuni database avevano memorizzato anche la cronologia dei video visti o noleggiati, e le preferenze sessuali privati.

Ad essere colpite però sono state anche le "camgirl", che trasmettono i contenuti erotici agli spettatori. In questo caso sono state esposte alcune informazioni riservate del loro account. Fortunatamente però il database è stato chiuso la scorsa settimana.

Per le società potrebbe essere il preludio di una multa da parte dell'Unione Europa. Avendo i server in Europa, la Commissione Europea potrebbe decidere di sanzionare le compagnia per violazione delle leggi sul GDPR.

FONTE: Techcrunch
Quanto è interessante?
8